Norme Norme

Sistri - Sistema informatico di tracciabilità dei rifiuti

Pubblicato il: 18/02/2010


Downloads       Links
In occasione della nascita della nuova Camera di commercio della Romagna - Forlì-Cesena e Rimini alcune parti del contenuto del sito risultano in fase di aggiornamento/integrazione. Si invita pertanto l'utenza a contattare le rispettive sedi di riferimento laddove si ravvisi la necessità di chiarimenti.

top

Il SISTRI

Il SISTRI – sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti – nasce nell'anno 2009 su iniziativa del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare nel più ampio quadro di innovazione e modernizzazione della Pubblica Amministrazione per permettere l'informatizzazione dell'intera filiera dei rifiuti speciali a livello nazionale. Istituito con D.M. 17 Dicembre 2009 (pubblicato sulla G.U. del 13 gennaio 2010) entrato in vigore il 14 gennaio 2010, è stato poi rivisto dal Decreto Ministeriale 18 febbraio 2011, n. 52, e successive modifiche ed integrazioni.
Il sistema nasce con l'intento di gestire in modo innovativo ed efficiente tutto il processo complesso legato alla gestione dei rifiuti con ampie garanzie di trasparenza, conoscenza e prevenzione dell'illegalità nel settore.
Al sistema informatizzato si accede in sicurezza tramite:


  • una chiavetta USB (dispositivo USB) per la trasmissione dei dati relativi ai rifiuti gestiti e per la firma elettronica delle informazioni fornite;
  • un dispositivo elettronico definito black box da installarsi, a cura di officine autorizzate, su ciascun veicolo che trasporta rifiuti.

Per qualsiasi approfondimento e/o aggiornamento in materia di SISTRI è necessario consultare il sito del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare all'indirizzo www.sistri.it

Nel portale dedicato, oltre alla normativa sono contenute tutte le informazioni utili ai soggetti coinvolti nel sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti, a partire dal procedimento di iscrizione e di ogni altra operazione preliminare alla consegna dei dispositivi elettronici.

E’ presente inoltre una sezione dedicata alle domande frequenti e ai contatti con gli operatori del sistema.

top

I compiti delle Camere di Commercio in materia di SISTRI

Nell'ambito dei soggetti coinvolti nel sistema informatico di tracciabilità dei rifiuti, si individuano le Camere di Commercio quali soggetti che provvedono alla consegna dei dispositivi USB ai soggetti richiedenti. I compiti che tali Enti devono svolgere sono stabiliti nel protocollo d'intesa stipulato da Unioncamere Nazionale con il Ministero dell'Ambiente in data 13 gennaio 2010 e consistono:


  • nell'accertamento della validità delle richieste di iscrizione tramite interconnessione con il Registro delle Imprese;
  • nella pianificazione del rilascio dei dispositivi USB agli utenti;
  • nella gestione degli appuntamenti con gli operatori o i soggetti delegati;
  • nella verifica della completezza e correttezza della documentazione presentata per il ritiro dei dispositivi e nella effettiva consegna dei medesimi;
  • nell'archiviazione elettronica della documentazione raccolta e nel trasferimento della stessa al Ministero.

top

Consegna del dispositivo USB

La consegna dei dispositivi USB avviene:


  • per le imprese di trasporto iscritte all'Albo Nazionale Gestori Ambientali, presso la sezione Regionale o Provinciale dell'Albo a cui le stesse risultano iscritte;
  • per tutti gli altri operatori, presso la sede della Camera di Commercio della provincia ove è ubicata la sede legale dell'operatore. Nel caso in cui l'operatore abbia anche una o più unità locali, la consegna viene effettuata presso la sede della Camera di Commercio dove è ubicata ciascuna unità locale.

La consegna dei dispositivi USB relativi alle unità locali ubicate in provincia di Forlì-Cesena viene effettuata, previo appuntamento fissato via e-mail o fax:
presso la sede centrale della Camera di Commercio - C.so della Repubblica n. 5 – 47121 Forlì 

L'Unità Operativa preposta al Rilascio è l'Ufficio Unico e Sanzioni, Diritto Annuale e Servizi Innovativi.

top

Elenco della documentazione da presentare al momento del ritiro del dispositivo


  • Delega del legale rappresentante firmata in carta semplice secondo il formato disponibile sul sito www.sistri.it;
  • Copia della ricevuta che attesti l'effettivo avvenuto pagamento del contributo di iscrizione a Sistri (nell'utilizzo del bonifico bancario, si intende valida la contabile bancaria oppure, in caso di pagamento on line, la ricevuta di avvenuto pagamento; un semplice ordine/inoltro/disposizione il cui pagamento non sia stato confermato dalla banca non potrà essere accettato);
  • Dichiarazione di autocertificazione (DPR 445/2000) firmata dal legale rappresentante con i dati, comunicati a Sistri al momento dell'iscrizione, relativi alle Unità Locali di competenza della Camera di Commercio presso la quale viene effettuato il ritiro (la dichiarazione è quella prevista dal MODULO DI ISCRIZIONE AL SISTRI n. 2). Per coloro che avranno effettuato la procedura di iscrizione con la modalità "on line", il modulo di certificazione è quello generato automaticamente dal sistema;
  • Fotocopia del documento d'identità del legale rappresentante;
  • Fotocopia dei documenti d'identità dei delegati i cui nominativi sono stati indicati al momento dell'iscrizione a SISTRI e sono riportati nella dichiarazione di autocertificazione;
  • Attestato di versamento dei diritti di segreteria alla Camera di Commercio;
  • Dichiarazione di impegno all'uso corretto dei dispositivi USB (equivalente alla DICHIARAZIONE OPERATORE ALLA CONSEGNA DISPOSITIVI USB nel formato disponibile sul sito SISTRI).

top

Pagamento Diritti di Segreteria

Il rilascio dei dispositivi è subordinato al versamento dei diritti di segreteria. Gli importi sono stati fissati con Decreto Dirigenziale interministeriale del 17 giugno 2010 pubblicato sulla G.U. del 07 luglio 2010 e sono pari a:


  • euro 16,00 per il rilascio del primo dispositivo per ogni unità locale;
  • euro   6,00 per ogni dispositivo aggiuntivo per la stessa unità locale.

I diritti di segreteria possono essere pagati con le seguenti modalità alternative:


  • contanti o tramite POS/Bancomat presso lo sportello camerale;
  • bonifico bancario (IBAN: IT83N0601013200100000300122);
  • conto corrente postale n. 16559478 intestato a Camera di commercio della Romagna - Forlì-Cesena e Rimini con indicazione della causale "diritti di segreteria SISTRI cod. fiscale ………oppure codice pratica……..";
  • Telemaco Pay.

top

Contatti

Per qualsiasi ulteriore informazione si prega di contattare direttamente l'Ufficio Unico e Sanzioni, Diritto Annuale e Servizi Innovativi:


  • tel. 0543/713464 - 713429;
  • e-mail sistri@fc.camcom.it.

top

Aggiornamenti

Nella Gazzetta Ufficiale n. 120 del 24 maggio 2016 è stato pubblicato il Decreto Ministeriale dell'Ambiente della Tutela del Territorio e del Mare 30 marzo 2016, n. 78 contenente "Regolamento recante disposizioni relative al funzionamento e ottimizzazione del sistema di tracciabilità dei rifiuti in attuazione dell'art. 188-bis, comma 4-bis, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152.

Dalla data di entrata in vigore del suddetto decreto (8 giugno 2016) verrà abrogato il precedente del 18 febbraio 2011, n. 152. Per quanto non espressamente indicato dal nuovo Regolamento, fino all'approvazione delle procedure operative con il decreto di cui all'art. 2 co. 1, si applicano le procedure indicate nei manuali e nelle guide rese disponibili nel sito SISTRI (www.sistri.it), previo visto di approvazione del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

top


Download



 

 
Giudica l'utilità di questa pagina cliccando sulle stelle:
Valutazione complessiva:
  Numero giudizi: 9 - Media: Sufficiente

icona Twitter icona Facebook icona Google Plus icona YouTube icona Slideshare

Questa pagina ti è stata utile?
stella gradimento Vota a fondo pagina stella gradimento