Istruzioni Istruzioni

La comunicazione unica d’impresa - SUAP

Pubblicato il: 30/03/2010


Downloads       Links
Il 1° aprile 2010 entra in vigore il progetto “impresa in un giorno” che a regime consente alle imprese, anche individuali, di assolvere, mediante presentazione di un unico modello da trasmettere via internet ovvero da consegnare su supporto informatico, tutti gli adempimenti relativi a registro imprese, INPS, INAIL, Agenzia delle Entrate ed albo delle imprese artigiane.
La Comunicazione Unica semplifica per l’impresa la gestione degli adempimenti e riduce i tempi di risposta da parte delle amministrazioni, in quanto:

- Unifica le modalità di presentazione: l'ufficio del Registro Imprese diventa lo “sportello d'accesso”, a cui l'utente deve inviare la Comunicazione Unica, e garantisce l’inoltro dei moduli allegati agli altri Enti di competenza;

- Entro 5 giorni la Camera di Commercio comunica l'avvenuta iscrizione all'indirizzo di Posta Elettronica Certificata dichiarata dal mittente della pratica stessa; entro 7 giorni i singoli Enti trasmettono gli esiti, sia all'impresa, sia al Registro Imprese, fatta eccezione per l’Agenzia delle Entrate, la cui ricevuta è trasmessa all’utente dallo stesso Registro delle Imprese. Ogni Ente assegna gli opportuni codici di posizione in caso d’iscrizione; ad esempio l’Agenzia Entrate il codice Fiscale e/o la partita IVA, e l’INAIL il numero di codice ditta e il numero della posizione assicurativa territoriale;

- Consente di inviare pratiche alle pubbliche amministrazioni coinvolte nel progetto anche al di fuori degli orari di apertura degli sportelli fisici della Camera di Commercio, con risparmio di tempo ed evitando la duplicazione di informazioni ed adempimenti. E’ infatti possibile inviare le istanze via internet dalle ore 8 alle ore 21 di tutti i giorni, esclusi i festivi. E’ in fase di implementazione il sistema di accesso alla procedura per consentire l’inoltro della pratica 24 ore su 24.

top

Adempimenti che possono essere assolti mediante la comunicazione unica

-- Tutti gli adempimenti previsti per il Registro delle Imprese a parte le pratiche di Bilancio, Situazioni patrimoniali ed elenco soci (da compilare con gli usuali sistemi);


--I seguenti adempimenti INPS:

-INPS “ARTIGIANI” Per iscrizione, modifica, cancellazione ad INPS di Titolari e collaboratori familiari lavoranti nell'impresa artigiana;

- INPS “COMMERCIANTI” Per iscrizione, modifica, cancellazione ad INPS di Titolari e collaboratori familiari lavoranti in imprese esercenti attività commerciali ;

- INPS-DM Per iscrizione (apertura nuova posizione) e variazione (sede legale, sede operativa, sospensione/riattivazione/cessazione posizione con dipendenti, modifica ragione sociale/denominazione, modifica attività economica) ad INPS di imprese che operano con dipendenti;

- INPS-CD1 Per l'iscrizione ad INPS dei coltivatori diretti;

- INPS-DA Per l'iscrizione ad INPS di imprese agricole con manodopera.


-- I seguenti adempimenti INAIL:

- la denuncia di iscrizione all’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro (denuncia di esercizio);

- le variazioni anagrafiche inerenti il codice ditta (ragione sociale con codice fiscale invariato, legale rappresentante, sede legale, ecc.);

- le variazioni di indirizzo per le PAT esistenti;

- le variazioni consistenti in aperture e cessazioni di PAT correlate alle sedi dei lavori esercitati;

- la cessazione del codice ditta per cessazione dell’attività.


-- Dichiarazione di inizio attività, variazione dati o cessazione attività ai fini IVA;


-- Iscrizione all’Albo delle società cooperative presso il Ministero dello Sviluppo Economico mediante allegazione nell’applicativo Fedra del modulo C17 di iscrizione Cooperative per il Ministero dello Sviluppo Economico;


-- Iscrizione, modifica, cancellazione all’Albo delle imprese artigiane, previa stipula di apposita intesa con la Regione ai sensi del D.P.C.M. 6 maggio 2009.

top

Soggetti legittimati ed apposizione delle firme - utilizzo della procura

L’utilizzo di ComUnica non modifica la normativa vigente per quanto attiene ai soggetti obbligati ovvero legittimati alla presentazione delle singole denunce agli enti interessati.

Il Ministero dello Sviluppo Economico, in previsione dell’entrata in vigore della Comunicazione Unica, con propria Circolare n. 3616/2008, al fine di agevolare l’adozione della procedura telematica da parte dell’utenza meno informatizzata, ha fornito alcune indicazioni in merito alla sottoscrizione digitale del plico informatico che rappresenta il modello di Comunicazione Unica, le cui specifiche tecniche sono approvate con il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 2 novembre 2007 recentemente sostituito dal D.M. 19 novembre 2009.

La circolare n° 3616/2008 è diretta a chiarire le modalità di conferimento del potere di rappresentanza tramite procura speciale e di presentazione della comunicazione unica con l'utilizzo della sola firma digitale del soggetto incaricato. ... Con la procura, il titolare dell'impresa attribuisce al soggetto designato il potere di sottoscrizione digitale e presentazione telematica della comunicazione unica all'ufficio del registro delle imprese competente per territorio, sulla base del codice univoco di identificazione della pratica. >>
Alla circolare è allegato un formulario "tipo" di procura speciale, univoco a livello nazionale che va compilato e sottoscritto con firma autografa. Il modello di procura così compilato e una copia di un documento di identità valido per ciascuno dei firmatari della procura andranno acquisiti tramite scansione in un file formato standard PDF/A - 1 che sarà sottoscritto digitalmente dal procuratore designato ed allegato alla pratica telematica.

Il Ministero dello Sviluppo Economico inoltre, in merito alle richieste di chiarimenti pervenute direttamente dall'utenza interessata, ha precisato quanto segue:

-- con il modello di comunicazione unica è possibile svolgere una serie di adempimenti nei confronti di diversi soggetti istituzionali (Registro delle Imprese, INPS, INAIL, Agenzia delle Entrate ecc..);

-- i suddetti adempimenti non sono stati unificati in un unica "comunicazione" ma viaggiano, per così dire, distinti all'interno della pratica di "comunicazione unica" come desumibile anche dall'allegato "A" del citato D.M. 19/11/2009 dove espressamente si dice che ogni comunicazione unica d'impresa è una collezione di file, strutturata in:

- Modello di Comunicazione
- Modulistica Registro Imprese
- Modulistica Agenzia delle Entrate
- Modulistica INAIL
- Modulista INPS

-- ciascuna delle predette modulistiche (compreso il "Modello di Comunicazione") è accompagnata da una propria distinta firme da "sottoscrivere" digitalmente

-- il legislatore con il decreto legge n. 7/2007 e con il D.M. 19/11/2009 ha, infatti, creato una nuova procedura di trasmissione senza, tuttavia, modificare le discipline sostanziali sottostanti che, in alcuni casi, provvedono ad attribuire solo a determinate categorie di soggetti la legittimazione a svolgere determinati adempimenti,

-- per quanto riguarda, in particolare, le domande relative al registro delle imprese nulla è stato innovato circa la disciplina di fonte sia civilistica che ordinaria (soggetti legittimati come individuati dal codice civile e da leggi speciali, quali l'art. 31 della legge n° 340/2000);

-- permangono, pertanto, quelle esclusioni o limitazioni che da tali norme derivano.
Da quanto sopra se ne deduce che il fac-simile di procura speciale allegato alla circolare 3616/C del 15 febbraio 2008 può essere utilizzato per delegare un soggetto a sottoscrivere digitalmente, in luogo del soggetto obbligato, la distinta relativa al sopra richiamato "Modello di Comunicazione" e gli altri modelli per i quali la legge (che regola i relativi procedimenti) non preveda particolari requisiti di legittimazione.

Per quanto attiene alla "Modulistica Registro Imprese", anche nel caso in cui i suoi contenuti siano trasfusi nel "Modello di Comunicazione" (come per la "ComUnica semplificata" o per il software STARWEB) il fac-simile di procura non è utilizzabile, essendo necessario fare riferimento alle vigenti disposizioni presenti nel codice civile e nelle leggi speciali in cui vengono chiaramente individuati i soggetti legittimati alla presentazione della pratica a seconda del tipo di adempimento pubblicitario richiesto.

Anche la "Modulistica INAIL", sulla base di quanto previsto dalla circolare INAIL n° 8/2008 afferma che "Restano fermi i requisiti che devono avere gli intermediari per svolgere gli adempimenti in materia di lavoro, previdenza e assistenza sociale, in base alle norme per l'ordinamento della professione di consulente del lavoro (art. 1 della legge 11 gennaio 1979, n° 12 e successive modifiche)"

Il fac-simile di procura sarà utile nella misura in cui una pratica sia stata predisposta in momenti separati, i vari file siano stati già sottoscritti dai soggetti legittimati e un intermediario abilitato abbia raccolto tutti i file e sia stato incaricato di compilare e trasmettere il "Modello di Comunicazione" al quale, quindi, allegherà i singoli file relativi alle diverse pratiche già muniti della sottoscrizione digitale (la distinta può essere sottoscritta da più soggetti e in tempi successivi) apposta dai soggetti legittimati.

top

Strumenti necessari

Per potere utilizzare la nuova procedura è necessario essere dotati di:

-- Dispositivo di firma digitale in corso di validità

Il dispositivo di firma digitale può essere reperito presso un qualsiasi soggetto certificatore accreditato presso l’ex CNIPA.
La Camera di Commercio di Forlì-Cesena rilascia, previo appuntamento, ad ogni legale rappresentante di impresa (anche in forma individuale), in occasione della prima domanda di iscrizione o di modifica o di deposito atti, una CNS gratuita contenente il certificato di autenticazione CNS ed anche il certificato di firma digitale.
Si ricorda comunque che ai fini della presentazione della pratica di Comunicazione Unica attualmente è sufficiente essere muniti del solo dispositivo contenente certificato di firma digitale in corso di validità
Anche la Camera di Commercio, compatibilmente con le proprie risorse organizzative disponibili e su appuntamento, eroga il servizio di fornitura di dispositivi contenenti il certificato di firma digitale a pagamento (CNS, business key) nonché il servizio di rinnovo dei predetti certificati;

-- Una casella di posta elettronica certificata (PEC).

Nel modello di ComUnica va indicato l’indirizzo PEC al quale saranno inviate tutte le comunicazioni relative al procedimento. Come noto, le società – ai sensi dell’art. 16 comma 6 del D.L. 29/11/08 n. 185, convertito nella Legge 28/01/09 n. 2 – dal 29 novembre 2008 sono tenute ad attivare un indirizzo di PEC e comunicarlo in sede di iscrizione nel registro delle imprese (modello S2 - riquadro 5, in esenzione di bolli e diritti).
Le società già iscritte al Registro delle Imprese hanno l’obbligo di comunicare l’indirizzo PEC entro 3 anni dalla entrata in vigore della norma (29/11/2011).
E’ quindi necessario che le società prima della iscrizione al registro delle imprese si dotino preventivamente di una casella PEC da iscrivere nel RI.
Per quanto attiene le imprese individuali, viceversa, non esiste un obbligo di legge in tal senso e la casella di PEC indicata nel modello ComUnica è utile solo ai fini della definizione del singolo procedimento amministrativo, non viene iscritta nel registro delle imprese e non compare in visura. Qualora l’imprenditore individuale voglia attivare una casella di PEC in occasione della presentazione del modello ComUnica, può ottenerne una di durata transitoria (6 mesi) direttamente, senza oneri per la prima attivazione, contestualmente alla predisposizione della pratica di comunicazione unica. La relativa documentazione contrattuale può essere visualizzata nella specifica area del sito http://www.infocert.it/services/view/Posta_Elettronica_Certificata/Legalmail_Comunica
Per la presentazione di ComUnica l’imprenditore individuale ovvero la società possono comunque validamente indicare anche la casella di posta elettronica certificata del soggetto incaricato (associazione di categoria, professionista, agenzia di affari, ecc.);

-- Credenziali per Telemaco, per spedire la propria pratica al Registro delle Imprese. Per ottenerle si può fare richiesta:

- tramite convenzione per Ordini Professionali o Associazioni di Categoria (vedere il sito InfoCamere nella sezione “Banche Dati”);
- tramite registrazione sul sito del Registro delle imprese e costituzione on-line di un fondo da alimentare con carta di credito o altri sistemi bancari, da utilizzare per il versamento di diritti e imposte.

top

Software per la compilazione della comunicazione unica

Le Camere di Commercio rendono disponibili soluzioni gratuite per semplificare la compilazione dei moduli delle imprese:

A – StarWeb, sistema on-line di compilazione e spedizione di pratiche ComUnica, che non richiede alcuna installazione (firma digitale a parte), ma necessita di una linea internet adeguata (ADSL).
Può essere utilizzato:

- per tutte le pratiche relative ad imprese individuali (modelli I1, I2 e UL);

- per le società limitatamente ai modelli: S5, UL, Int. P per cariche tecniche, dati INPS per autonomi e commercianti ed indirizzo soci amministratori, S2 solo per cambi di indirizzo sede all’interno del Comune, S3 solo per istanze di cancellazione di società dal RI limitatamente a casi di scioglimento e liquidazione volontaria


B - Software ComUnica per tutti i tipi di pratiche relative ad imprese individuali e società. E’ reperibile nella pagina dedicata del portale www.registroimprese.it.

- L'applicativo ComUnica è disponibile su diversi sistemi operativi (Linux, Apple e Windows).
- I pacchetti software dell’Agenzia delle Entrate sono disponibili su Macintosh e Windows.
- FedraPlus, lo strumento gratuito del registro delle imprese per le società, è disponibile solo su sistemi Windows. E’ in corso la predisposizione di Fedra in altri ambienti.

top

Modalità di presentazione

Una delle novità più rilevanti è rappresentata dall'obbligo esteso a tutte le imprese, e quindi anche a quelle individuali, di trasmettere le dichiarazioni agli uffici del Registro delle imprese per via telematica o su supporto informatico.

top

Procedure d’emergenza (Art. 17 DPCM 6 maggio 2009)

In caso di mancato funzionamento degli strumenti/dispositivi informatici del RI (non del mittente), di durata superiore a tre ore consecutive, è consentito un inoltro provvisorio della pratica di Comunicazione Unica: La pratica può essere presentata in formato cartaceo e con firma autografa dei soggetti legittimati, con tutti i documenti allegati (anche destinati alle altre PP.AA.) unitamente ad apposita dichiarazione ex art. 47 DPR n. 445/00 attestante i motivi del mancato funzionamento.

Entro 5 giorni dalla ricezione di apposita comunicazione del RI, si dovrà:

-sostituire la domanda in formato telematico ovvero su supporto informatico;

-pagare diritti ed imposte dovute (bolli, TCG).

top

Controlli automatizzati di ricevibilità della pratica e rilascio della ricevuta

La “comunicazione unica”, una volta inviata dall’interessato all’ufficio del registro delle imprese, viene sottoposta con modalità automatizzate ad una serie di verifiche, elencate dall’articolo 10 del D.P.C.M. 6 maggio 2009, che di seguito si riportano:

- verifica delle credenziali di accesso al servizio, nel caso di presentazione telematica;
- verifica della consistenza e correttezza formale dei file informatici in base alle regole descritte nel decreto della modulistica;
- verifica della consistenza e validità delle firme digitali apposte;
- verifica della correttezza del recapito di P.E.C. indicato dal mittente come casella dell'impresa;
- verifica della correttezza delle chiavi identificative delle posizioni dell'impresa nei rispettivi archivi degli Enti, in caso di variazioni e cessazioni;
- verifica che i soggetti dichiaranti e firmatari della comunicazione siano quelli titolati a rappresentare l'impresa presso gli Enti interessati (è attivo un collegamento diretto con gli archivi informatici dell’INAIL);
- verifica del buon esito delle disposizioni di pagamento telematico per diritti ed imposte ove richiesti, nel caso di presentazione telematica.

Le verifiche di cui sopra dovranno avere tutte esito positivo, altrimenti la “comunicazione unica” è considerata irricevibile ed il sistema notifica immediatamente l’informazione alla casella P.E.C. dell’utente.

La comunicazione automatica di irrecevibilità avrà come conseguenza necessaria la riproposizione della pratica correttamente compilata che sconterà di nuovo l'imposta di bollo (quando dovuta) e i diritti di segreteria. Si tenga presente che la nuova pratica potrebbe giungere oltre il termine previsto per legge per l'adempimento e pertanto essere soggetta a sanzione.

Qualora le verifiche abbiano, invece, tutte esito positivo la “comunicazione unica” viene protocollata immediatamente nel sistema del registro delle imprese e, se presentata con modalità telematiche, la protocollazione avviene automaticamente.

Il sistema, dopo avere protocollato la domanda, rilascia la ricevuta che, ricorrendone i presupposti di legge (ai sensi del comma 3 dell’articolo 9 della legge n. 40 del 2007), costituisce titolo per l’immediato avvio dell’attività imprenditoriale.

La ricevuta è il documento che attesta l’avvenuta presentazione della comunicazione. E’ essa stessa un documento informatico che viene firmato digitalmente dal Conservatore del Registro delle imprese o da un suo delegato, con marcatura temporale del momento della firma. Essa contiene i dati riassuntivi della domanda presentata con l'evidenza delle comunicazioni inoltrate ai vari Enti destinatari.

La ricevuta viene inviata all'indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC) dell'impresa e, nel caso che il richiedente sia persona delegata, all'indirizzo PEC di colui che ha trasmesso la comunicazione unica.

top

Avvio dell’attività d’impresa

In sede di costituzione, l’impresa, anche individuale, può iscriversi al registro delle imprese come “inattiva”.

In tale caso l’oggetto della impresa individuale inattiva è espresso dal codice ATECO dichiarato ai fini IVA.

In sede di denuncia dell’avvio dell’attività, viene attribuito nuovamente il codice ATECO sulla base dell’effettiva attività svolta.

Come è noto l'art. 9 del D.L. 7/2007 prevede che la ricevuta di avvenuta presentazione della Comunicazione Unica costituisce titolo per l'immediato avvio dell'attività imprenditoriale, pertanto non è possibile far risalire l'inizio dell'attivà a data antecedente la costituzione dell'impresa (cioé la data di presentazione della comunicazione unica con la quale si chiede l'iscrizione dell'impresa al Registro).

Qualora la comunicazione unica relativa alla costituzione di una nuova impresa individuale dovesse riportare una data di inizio attività antecedente alla data della comunicazione stessa, l'ufficio chiederà la sua correzione e nel caso questa non venisse effettuata, si procederà comunque all'iscrizione dell'impresa.

L'attività risulterà iniziata nella stessa data di presentazione della Comunicazione Unica.

top

Nota M.S.E. 1° ottobre 2009, n. 85801

L’avvio dell’attività d’impresa può essere solo contestuale o successivo alla presentazione della comunicazione unica

Non vi è impresa legalmente riconosciuta senza la presentazione della CU di iscrizione. Da tale data esiste l’impresa regolare e possono essere svolte le attività prodromiche (Status di “inattiva”) o – se viene dato l’immediato avvio dell’attività e qualora ricorrano i presupposti di legge – l’attività tipica d’impresa (contestuale denuncia di inizio attività)

Non è quindi possibile avviare legittimamente l’attività di impresa prima della presentazione della Comunicazione Unica con cui viene iscritta l’impresa. Tale disposizione, ovviamente, coinvolge anche le imprese artigiane.

top

Modifica e cessazione attività

- denuncia entro 30 giorni.


Restano invariati tutti gli altri termini per adempimenti pubblicitari nei confronti del Registro delle Imprese e del REA

top

Assistenza e contatti

-- Assistenza internet: nella sezione ComUnica del sito www.registroimprese.it è possibile consultare e scaricare i seguenti supporti alla compilazione:

- Guida alla Comunicazione Unica
- Corso e-learning
- Tutorial
- FAQ: domande e risposte

-- Assistenza telefonica 199.50.20.10 per problemi tecnico-informatici dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 20 ed il sabato dalle ore 9 alle ore 13

-- Punti di contatto Enti:

- registroimprese@infocamere.it
- registro.imprese@fc.camcom.it
- www.inps.it e numero verde 803164
- www.inail.it e numero verde 803164
- www.agenziaentrate.it e numero verde 848800444

top

Determina 211/2010 - ComUnica imprese artigiane - Iscrizione sezione piccoli imprenditori

Il Conservatore, con determina n. 211/2010, ha disposto di procedere all’allineamento informatico delle informazioni legali d’impresa presenti nelle posizioni relative alle imprese individuali artigiane solo “annotate”, in quanto costituitesi prima del 1° aprile 2010, ed operative nella provincia di Forlì-Cesena alla sezione speciale in qualità di piccoli imprenditori, con quelle delle imprese individuali artigiane nate in data successiva e di conseguenza “iscritte” alla medesima sezione speciale.

top

RUOLO E FUNZIONI DEL SUAP

Il SUAP diviene l’unico soggetto pubblico di riferimento territoriale per tutti i procedimenti – salvo le eccezioni espressamente previste - che abbiano ad oggetto l’esercizio di attività produttive e di prestazione di servizi, e quelli relativi alle azioni di localizzazione, realizzazione, trasformazione, ristrutturazione o riconversione, ampliamento o trasferimento, nonché cessazione o riattivazione delle suddette attività, ivi compresi quelli di cui al D.Lgs. n. 59/2010 (decreto di recepimento della cosiddetta “Direttiva Servizi”).
Quindi le domande, le dichiarazioni, le segnalazioni e le comunicazioni concernenti le attività sopra indicate ed i relativi elaborati tecnici ed allegati sono presentati esclusivamente in modalità telematica al SUAP competente per territorio in cui si svolge l’attività o è situato l’impianto.
E’ poi cura del SUAP provvedere all’inoltro, sempre in modalità telematica, della documentazione alle altre amministrazioni che intervengono nel procedimento.
Il SUAP assicura al richiedente una risposta telematica unica e tempestiva in luogo degli altri uffici e di tutte le amministrazioni pubbliche comunque coinvolte nel procedimento.

top

COME ACCEDERE AI SERVIZI DEL SUAP

1) Sul portale www.impresainungiorno.gov.it è possibile reperire ogni utile informazione sul SUAP competente per territorio a cui inoltrare la propria richiesta, nonché per ogni procedimento:

- il tipo di pratica da attivare,
- la documentazione da fornire,
- la modulistica da utilizzare,
- lo stato avanzamento della propria pratica.

2) Gli utenti per potere usufruire dei nuovi servizi dei SUAP telematici della provincia devono accreditarsi preventivamente sul sistema FEDERA (federazione enti dell’Emilia Romagna per l’autenticazione) seguendo le istruzioni contenute nel portale.
Per facilitare l’accesso on line agli sportelli, la Provincia ha realizzato, inoltre, una pagina web (www.delfo.fc.it) da cui è possibile raggiungere immediatamente tutti gli sportelli virtuali SUAP del territorio della provincia.

3) E’ possibile avere assistenza tramite il call center nazionale 199 50 20 10

top

A) PROCEDIMENTO AUTOMATIZZATO

Il Giorno 29 marzo 2011, ai sensi del D.P.R. n. 160/2010, è stata avviata la fase attuativa della riforma degli Sportelli Unici per le Attività Produttive (SUAP) con particolare riferimento al procedimento automatizzato, ovvero con segnalazione certificata di inizio attività (SCIA).
A tale data, nella provincia di Forlì-Cesena il 100% dei comuni risulta avere completato con successo l’istituzione del SUAP, in forma singola o associata, in possesso dei requisiti di legge: pertanto la nuova procedura telematica è pienamente operativa su tutto il territorio provinciale.
La SCIA, autodichiarativa, certificata e documentata, sostituisce il titolo abilitativo in tutti i casi indicati all’art. 19 della Legge n. 241/90 ovvero ogni volta che l’atto di autorizzazione, comunque denominato, viene rilasciato a seguito di accertamento dei requisiti e presupposti richiesti dalla legge o da atti amministrativi a contenuto generale.

top

IL PROCEDIMENTO AUTOMATIZZATO O CON SCIA

L’attività oggetto di SCIA può essere iniziata dalla data di presentazione della segnalazione al SUAP competente (ovvero dalla acquisizione della ricevuta) il quale ha 60 giorni per adottare, in caso di accertata carenza dei predetti requisiti e dei presupposti, motivato provvedimento di divieto di prosecuzione dell’attività e di rimozione degli eventuali effetti dannosi di essa, salvo che, ove ciò sia possibile, l’interessato provveda a conformare alla normativa vigente detta attività ed i suoi effetti entro un termine fissato dall’amministrazione, in ogni caso non inferiore a trenta giorni.
E’ previsto che a regime la ricevuta di pratica SUAP venga emessa in modalità automatica dal portale o dal sito istituzionale del SUAP tramite web browser e rechi la firma digitale del responsabile del procedimento o del responsabile del SUAP. Nelle more del rilascio automatico di una ricevuta di protocollo sottoscritta digitalmente dal predetto soggetto, da inviare tramite PEC, fa fede la ricevuta di avvenuta consegna rilasciata dal provider di PEC.

top

PRESENTAZIONE DELLA SCIA CONTESTUALMENTE ALLA COMUNICAZIONE UNICA PER LA NASCITA DELL’IMPRESA

L'art. 5, comma 2 del d.p.r. n. 160/2011 prevede che, nel caso in cui sia contestuale alla Comunicazione Unica, la SCIA debba essere obbligatoriamente presentata al Registro delle Imprese come allegato alla pratica di Comunica.

La SCIA contestuale alla comunicazione unica può essere inviata al registro imprese solo per attività d’impresa ed in modalità esclusivamente telematica mediante l’utilizzo di:
- STARWEB
- Altri software realizzati da produttori che si basino sulle specifiche tecniche pubblicate sul portale.

Allo scopo è stata implementata una apposita funzione all'interno della procedura STARWEB che consente, in modo semplice ed intuitivo, l'allegazione alla Comunicazione Unica di una pratica per il SUAP.

Il Registro delle Imprese, appena ricevuta la pratica, con modalità automatica, inoltra la SCIA di competenza del comune con i relativi allegati al SUAP rilasciando all'utente la consueta "ricevuta di accettazione di comunicazione unica" con gli estremi della avvenuta protocollazione automatica e contenente un sottonumero di protocollo attribuito specificatamente alla pratica

top

CASI IN CUI È OBBLIGATORIO CHE LA SCIA SIA PRESENTATA AL REGISTRO DELLE IMPRESE INSIEME ALLA COMUNICAZIONE UNICA SUAP.

La norma relativa alla Comunicazione Unica per la nascita dell'impresa in un giorno (art. 9 del decreto legge n° 7/2007 convertito nella legge n° 40 /2007) prevede che <> l'interessato presenti la Comunicazione Unica al Registro delle Imprese.

La previsione subordina lo svolgimento dell'attivià d'impresa alla presentazione della Comunicazione Unica, quindi qualunque SCIA che segnali al competente SUAP l'inizio di una attività d'impresa, di norma, dovrà essere contestuale all'adempimento per il Registro delle Imprese.

Si potranno presentare quindi i seguenti casi:

1. Impresa individuale non ancora iscritta nel Registro delle Imprese che denuncia l'inizio dell'attività in sede di prima iscrizione nel registro stesso. In tal caso la SCIA per il SUAP va allegata alla Comunicazione Unica con la procedura STARWEB e la data di avvio dell' attività coinciderà con la data dell'invio della Comunicazione Unica (STARWEB genererà un modello I1).

2. Impresa individuale già iscritta nel Registro delle Imprese come impresa inattiva (ovvero come impresa attiva per una attività differente da quella oggetto della SCIA) che denuncia l'inizio (ovvero l'aggiunta) di una nuova attività. Anche in tal caso la SCIA per il SUAP va allegata alla Comunicazione Unica con la procedura STARWEB e la data di avvio dell' attività coinciderà con la data dell'invio della Comunicazione Unica (STARWEB genererà un modello I2).

3. Società che denuncia l'inizio (ovvero l'aggiunta) di una nuova attività. Anche in tal caso la SCIA per il SUAP va allegata alla Comunicazione Unica con la procedura STARWEB e la data di avvio dell'attività coinciderà con la data dell'invio della Comunicazione Unica (STARWEB genererà un modello S5).

4. Impresa individuale già iscritta nel Registro delle Imprese/Società che denuncia l'inizio (ovvero l'aggiunta) di una nuova attività in esercizio separato.Anche in tal caso la SCIA per il SUAP va allegata alla Comunicazione Unica con la procedura STARWEB e la data di avvio dell'attività coinciderà con la data dell'invio della Comunicazione Unica (STARWEB genererà un modello UL).

Per le società e per le imprese individuali già iscritte al Registro delle Imprese nell'ipotesi in cui la SCIA sia stata presentata al SUAP non contestualmente alla Comunicazione Unica sarà comunque possibile denunciare l'inizio attività al Registro delle Imprese entro trenta giorni alla data di invio della SCIA al SUAP.

La pratica telematica andrà compilata (STARWEB genererà un modello S5 per le società ovvero un modello I2 per le imprese individuali) come segue:

- la data di inizio attività dovrà essere quella in cui la SCIA è stata inviata al SUAP;
- gli allegati dovranno essere il file della SCIA e il file della ricevuta del SUAP.

top

CASI IN CUI NON È OBBLIGATORIO MA CONSIGLIATO CHE LA SCIA SIA PRESENTATA AL SUAP PER IL TRAMITE DEL REGISTRO DELLE IMPRESE MEDIANTE LA COMUNICAZIONE UNICA

La SCIA con la quale l'interessato comunica al SUAP informazioni diverse rispetto all'inizio di una attività d'impresa, come ad esempio nel caso in cui devono essere comunicati al SUAP una modifica ovvero una cessazione dell'attività d'impresa, può anche essere non contestuale alla Comunicazione Unica.

Poiché spesso anche tali segnalazioni hanno contenuti rilevanti per il Registro delle Imprese che impongono il relativo conseguente adempimento, è consigliabile inviare la SCIA e la Comunicazione Unica in modo contestuale utilizzando STARWEB.

Nel caso in cui, comunque, la SCIA fosse stata presentata direttamente al SUAP e i suoi contenuti prevedano anche un adempimento al Registro delle Imprese, la relativa Comunicazione Unica potrà essere utilmente presentata entro trenta giorni dalla data di invio della SCIA al SUAP tenendo conto che:

- la data relativa all'evento (modifica/cessazione) dovrà essere quella in cui la SCIA è stata inviata al SUAP;
- gli allegati dovranno essere il file della SCIA e il file della ricevuta del SUAP.

top

SCIA DI COMPETENZA DELLA CAMERA DI COMMERCIO

L’art. 38 comma 3 lettera a) del D.L. 25/06/2008, n. 112 dispone che il SUAP è l’unico punto di accesso per il richiedente in relazione a tutte le vicende amministrative riguardanti l’attività produttiva, salvo quanto previsto dall’art. 9 del D.L. 31 gennaio 2007 n.7, ovvero con esclusione dei procedimenti che vengono attivati su presentazione della Comunicazione Unica che restano in capo al registro delle imprese.
In forza di tale disposizione normativa, nonché in coerenza con il principio di non aggravamento del procedimento sancito dalla legge n. 241/90, si ritiene – nelle more di un pronunciamento ufficiale da parte dei Ministeri competenti - che restino in capo agli enti camerali tutte le competenze in materia di trattazione delle pratiche relative all’attività di impiantistica, facchinaggio, pulizia ed autoriparazione. Per tali attività, pertanto, il modello SCIA secondo il fac-simile reso disponibile dalla Camera di Commercio di Forlì-Cesena, oggi anche in formato elaborabile, e la relativa documentazione allegata, vengono allegati come di consueto nella pratica indirizzata al registro delle imprese secondo le procedure e le modalità in vigore per la presentazione di pratiche al registro delle imprese.

top

PRATICHE ONLY SUAP

E’ possibile inoltre, analogamente a quanto già previsto per le comunicazioni che l’utente fa pervenire direttamente agli altri enti destinatari della Comunicazione Unica (INPS, INAIL, Agenzia delle Entrate, MISE, Albo delle Imprese Artigiane), inviare pratiche telematiche con STARWEB indirizzate ai SUAP anche in assenza di uno specifico adempimento per il registro delle imprese (pratiche “only SUAP”).
In tali casi non sono dovuti né bolli né diritti alla Camera di Commercio.

top

STARWEB – MODALITA’ DI COMPILAZIONE DELLA PRATICA SUAP

Nel modello ministeriale di Comunicazione Unica tra gli enti destinatari elencati nel riquadro 3 è stato aggiunto anche il SUAP.
Il Sistema Camerale ha integrato STARWEB con le funzioni necessarie per consentire all'utenza di inviare una pratica al SUAP.
Si ricorda che l'accesso alla procedura STARWEB avviene con preventiva autenticazione usando le stesse credenziali che l'utente ha per accedere a Telemaco ovvero alle procedure telematiche realizzate da software house private.
Dopo aver compilato (nel caso di nuova impresa) ovvero scaricato (dal registro delle imprese nel caso di variazione), i dati identificativi dell'impresa, si dovrà spuntare anche la casella SUAP (ultima della lista) e premere il pulsante <>
A questo punto verranno proposte le maschere previste, a seconda degli adempimenti scelti, fino a giungere al pulsante <> che propone la maschera del <>
In tale maschera, nella sezione relativa alla <>, si dovrà attivare il pulsante > corrispondente alla riga del SUAP.
La maschera, una volta scelto il comune dall'elenco a discesa, propone il link diretto al sito della modulistica del SUAP di riferimento.
Qualora il sito della modulistica richiamato disponga di un modello in grado di generare anche file dati XML quest'ultimo potrà essere allegato alla pratica nel campo facoltativo <>.
Alla pratica SUAP possono essere allegati uno o più documenti che devono, come il modello SCIA, essere in formato standard PDF/A-1 e sottoscritti con la firma digitale.

Completata la pratica si procede normalmente con le operazioni di firma e di spedizione della stessa che, una volta ricevuta dal Registro delle Imprese, viene inoltrata al SUAP nel rispetto delle regole tecniche previste dall'allegato al D.P.R. n. 160/2010.

top

B) PROCEDIMENTO ORDINARIO

Riguarda tutti i procedimenti per attività soggette ad autorizzazione e la sua entrata in vigore è prevista per il 30 settembre 2011.
E’ disciplinato dal capo IV del D.P.R. n. 160/2010 che prevede che, in tutti i casi diversi da quelli ricompresi nella procedura automatizzata, le istanze per l’esercizio delle attività produttive e di prestazione di servizi, e quelle relative alle azioni di localizzazione, realizzazione, trasformazione, ristrutturazione o riconversione, ampliamento o trasferimento, nonché cessazione o riattivazione delle suddette attività, sono presentate al SUAP che, entro trenta giorni dal ricevimento, salvi i termini più brevi previsti dalla disciplina regionale, può richiedere all’interessato la documentazione integrativa; decorso tale termine l’istanza si intende correttamente presentata.
Una volta verificata la completezza della documentazione, il SUAP entro trenta giorni, adotta il provvedimento conclusivo, ovvero indice una conferenza di servizi.
Il provvedimento conclusivo è, ad ogni effetto, titolo unico per la realizzazione dell’intervento e per lo svolgimento delle attività richieste.

top


Download

  • ComUnica incontro su starweb 25.03.2010
    Comunicazione Unica di Impresa: materiale utilizzato dal Conservatore del Registro delle Imprese per illustrare il programma Starweb
  • Circolare INAIL n. 52 del 28-09-2009
    Circolare informativa su ComUnica da parte dell'INAIL
  • Messaggio INPS n. 21952 del 01-10-2009
    Messaggio dell'INPS su ComUnica
  • D.L. 31-01-2007 n. 7 Art. 9 - ComUnica
    Origine di ComUnica
  • Decreto 19-11-2009 - Nuovo modello ComUnica
    Approvazione nuovo modello ComUnica
  • Legge regionale 2010 sull'artigianato
    Nuove disposizioni regionali in tema di artigianato.
  • Circolare INPS 41-2010
    L'INPS ha diramato una nuova circolare sugli adempimenti di propria competenza, a decorrere dal 01/04/2010
  • DPCM 2009 Regole tecniche ComUnica
    DPCM 06 maggio 2009 - Regole tecniche ComUnica
  • Comunicazione Agenzia delle Entrate
    Comunicazione Agenzia Entrate del 30/03/2010.
  • Circolare INAIL
    INAIL - Circolare su ComUnica del 31/03/2010
  • Applicazione diritti e bolli pratica artigiana
    La C.C.I.A.A. di Forlì-Cesena, per agevolare l'utenza in questa fase di transizione, ha approntato una tabella riassuntiva dei Diritti e Bolli dovuti per la trasmissione di una pratica artigiana, attraverso ComUnica, in attesa della stipula dell'intesa con la Regione Emilia-Romagna ex D.P.C.M. 6 maggio 2009.
  • Circolare M.S.E. 3633-C del 26-04-2010
    Circolare MSE 3633 contenente indicazioni operative per la verifica della sottoscrizione digitale della Comunicazione unica per la nascita dell’impresa (art. 10 del D.P.C.M. 6 maggio 2009)

    Il Ministero rappresenta l’opportunità che ciascun Consiglio Nazionale o Associazione imprenditoriale comunichi al sistema camerale, per il tramite dell’Unioncamere, le caratteristiche dei certificati digitali di sottoscrizione eventualmente adottati dall’organizzazione.
    La comunicazione dovrebbe indicare:
    - le modalità univoche di individuazione dell’autorità di certificazione dell’ordine o del ruolo per il
    titolare del certificato di sottoscrizione;
    - le modalità per cui il rilascio, rinnovo o revoca dei certificati di sottoscrizione garantiscono
    costante allineamento tra certificati validi e iscritti all’Ordine o addetti dell’Associazione imprenditoriale;
    - il grado di diffusione dei certificati digitali presso i propri iscritti o addetti;
    - la disponibilità dell’Ordine o Associazione affinché il sistema informatico del registro delle imprese verifichi quanto previsto dal D.P.C.M. sulla Comunicazione unica tramite i certificati di sottoscrizione rilasciati da tali organizzazioni.
  • Ministero dello sviluppo economico
    File pdf 112KB
  • Determina 211-2010 - ComUnica imprese artigiane - Iscrizione sezione piccoli imprenditori
    Determina del Conservatore n. 211/2010 con la quale si è disposto di procedere all’allineamento informatico delle informazioni legali d’impresa presenti nelle posizioni relative alle imprese individuali artigiane solo “annotate”, in quanto costituitesi prima del 1° aprile 2010, ed operative nella provincia di Forlì-Cesena alla sezione speciale in qualità di piccoli imprenditori con quelle delle imprese individuali artigiane nate in data successiva e di conseguenza “iscritte” alla medesima sezione speciale
  • Novità in tema di ComUnica
    14 gennaio 2011. Novità relative allo stato di attuazione della Comunicazione Unica per la nascita d'impresa e sui nuovi adempimenti eseguibili attraverso gli strumenti messi a disposizione gratuitamente dal sistema delle Camere di Commercio: StarWeb e ComUnica.
  • StarWeb versione 3.3.17
    Le principali novità introdotte dal 27/01/2010 con il rilascio della versione 3.3.17 di StarWeb sono ....
  • StarWeb versione 3.3.19
    Dal 1 aprile 2011 sarà disponibile la nuova versione 3.3.19 di ComunicaStarweb.
  • StarWeb versione 3.3.22
    Dal 1 giugno 2011 sarà disponibile la nuova versione 3.3.22 di ComunicaStarweb
  • StarWeb versione 3.3.24
    Dal 30 giugno 2011 sarà disponibile la nuova versione 3.3.24 di ComunicaStarweb.
  • ComunicaImprese versione 1.2.27
    Dal 30 giugno 2011 è disponibile la nuova versione 1.2.27 di ComunicaImpresa. La principale novità riguarda l'attivazione di un avviso bloccante in fase di invio pratica, per chi utilizza versioni del software non aggiornate.
  • StarWeb versione 3.3.26
    Dal 10 agosto 2011 è disponibile la nuova versione 3.3.26 di ComunicaStarweb. Le principali novità introdotte sono ........
  • FedraPlus - Nuova release 06.50.23-1
    Dal 14 ottobre 2011 è disponibile la nuova versione 06.50.23 di FedraPlus. Tutti i contenuti della release sono disponibili nell'allegato
  • Starweb versione 3.3.30.pdf
    Dal 18 ottobre 2011 è disponibile la versione 3.3.30 di ComunicaStarweb. Tra le novità introdotte: nuova funzione di firma digitale on-line della Distinta di Comunicazione Unica, della Distinta Agenzia delle Entrate e, solo per la Lombardia, della SCIA. Tutti i contenuti della release sono disponibili nell'allegato.
  • StarWeb versione 3.4.1
    Dal 18 aprile 2012 è disponibile la nuova versione 3.4.1 di ComunicaStarweb
  • StarWeb versione 3.4.2
    Dal 24 aprile 2012 è disponibile la nuova versione 3.4.2 di ComunicaStarweb
  • StarWeb versione 3.4.8
    Dal 17 luglio 2012 è disponibile la nuova versione 3.4.8 di ComunicaStarweb
  • StarWeb versione 3.4.9
    Dal 28 agosto 2012 è disponibile la nuova versione 3.4.9 di ComunicaStarweb
  • StarWeb versione 3.4.10
    Dal 28 settembre 2012 è disponibile la nuova versione 3.4.10 di ComunicaStarweb
  • StarWeb versione 3.4.16
    Dal 27 novembre è disponibile la nuova versione 3.4.16 di ComunicaStarweb
  • StarWeb versione 2.2 anno 2013
    Nuova Guida StarWeb finalizzata all'aggiornamento ex-Albi
  • StarWeb versione 3.4.27
    Dal 12 giugno è disponibile la nuova versione 3.4.27 di ComunicaStarweb
  • StarWeb versione 3.4.29
    Dal 31 luglio è disponibile la nuova versione 3.4.29 di ComUnica StarWeb
  • StarWeb versione 3.4.30
    Dal 5 settembre è disponibile la nuova versione 3.4.30 di ComUnica StarWeb
  • StarWeb versione 3.4.31
    Dal 9 ottobre è disponibile la nuova versione 3.4.31 di ComUnica StarWeb
  • StarWeb versione 3.4.35
    Dal 3 febbraio é disponibile la nuova versione 3.4.35 di ComunicaStarweb
  • StarWeb versione 3.4.38
    Dal 1 apirle è disponibile la nuova versione 3.4.38 di ComunicaStarweb


 

 
Giudica l'utilità di questa pagina cliccando sulle stelle:
Valutazione complessiva:
  Numero giudizi: 9 - Media: Sufficiente

icona Twitter icona Facebook icona Google Plus icona YouTube icona Slideshare

Questa pagina ti è stata utile?
stella gradimento Vota a fondo pagina stella gradimento