Servizi Servizi

Marchio UE

Pubblicato il: 22/09/2005


Downloads      
Regolamento (CE) n. 207 del 2009, come modificato dal Regolamento (UE) 2015/2424

top

Il marchio dell'Unione europea (marchio UE)

Il marchio UE conferisce al suo titolare una protezione contro la riproduzione o l’imitazione del marchio su tutto il territorio dell’Unione europea.
Il marchio UE ha carattere unitario. Esso produce gli stessi effetti in tutta l'Unione: puō essere registrato, trasferito, formare oggetto di rinuncia, di decisione di decadenza dei diritti del titolare o di nullitā e il suo uso puō essere vietato soltanto per l'intera Unione;
Possono costituire marchi UE tutti i segni, come le parole, compresi i nomi di persone o i disegni, le lettere, le cifre, i colori, la forma dei prodotti o del loro imballaggio e i suoni, a condizione che tali segni siano adatti a:
a) distinguere i prodotti o i servizi di un'impresa da quelli di altre imprese; e
b) essere rappresentati nel registro dei marchi dell'Unione europea (“registro”) in modo da consentire alle autoritā competenti e al pubblico di determinare in modo chiaro e preciso l'oggetto della protezione garantita al loro titolare.
Viene presentata un’unica domanda alla quale segue un’unica procedura di esame, un’unica pubblicazione, la possibilitā, una volta giunto a concessione, di una cessione unitaria, e un’unica pratica di rinnovo alla scadenza.
Il marchio UE č disciplinato dal Regolamento CE n. 207/2009, modificato dal Regolamento (UE) 2015/2424 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 16/12/2015, entrato in vigore il 23/03/2016.

top

Titolari del marchio.


Possono essere titolari di un marchio UE le persone fisiche o giuridiche, compresi gli enti di diritto pubblico.


top

Uso del marchio

Se entro cinque anni dalla registrazione il marchio UE non ha formato oggetto da parte del titolare di un uso effettivo nell'Unione per i prodotti e servizi per i quali č stato registrato, o se tale uso č stato sospeso per un periodo ininterrotto di cinque anni, il marchio UE puō essere dichiarato decaduto, salvo motivo legittimo per il mancato uso.
Sono considerate come uso:
a) l'utilizzazione del marchio UE in una forma che si differenzia per taluni elementi che non alterano il carattere distintivo del marchio nella forma in cui esso č stato registrato, a prescindere dal fatto che il marchio sia o no registrato nella forma in cui č usato a nome del titolare;
b) l'apposizione del marchio UE sui prodotti o sul loro imballaggio nell'Unione solo ai fini dell'esportazione.
L'uso del marchio UE con il consenso del titolare č considerato come effettuato dal titolare.

top

Prioritā

Chiunque abbia regolarmente depositato un marchio, in uno o per uno degli Stati facenti parte della convenzione di Parigi o dell'accordo che istituisce l'Organizzazione mondiale del commercio, o il suo avente causa, per sei mesi dalla data di deposito della prima domanda, fruisce di un diritto di prioritā per effettuare il deposito di una domanda di marchio UE per il medesimo marchio e per prodotti o servizi identici a quelli per i quali il marchio č depositato o contenuti in essi.
In pratica il titolare di una domanda nazionale, per esempio italiana, ha a disposizione sei mesi entro i quali decidere se estendere la tutela del proprio marchio a livello comunitario, senza temere che in questo periodo di tempo altri abbiano acquisito dei diritti tramite propri depositi.

top

Preesistenza

Il titolare di un marchio anteriore registrato in uno Stato membro, compreso un marchio registrato nel territorio del Benelux, o di un marchio anteriore che sia stato oggetto di una registrazione internazionale valida in uno Stato membro, che presenti una domanda di marchio identica destinata a essere registrata in quanto marchio UE per prodotti o servizi identici a quelli per cui il marchio anteriore č stato registrato o contenuti in essi, puō avvalersi, per il marchio UE, della preesistenza del marchio anteriore per quanto concerne lo Stato membro nel quale o per il quale č stato registrato.
L'unico effetto della preesistenza č che il titolare del marchio UE che rinunci al marchio anteriore o lasci che si estingua, continua a beneficiare degli stessi diritti che avrebbe avuto se il marchio anteriore avesse continuato a essere registrato.

top

Rappresentanza di fronte all'EUIPO

Per coloro che hanno il domicilio, la sede o uno stabilimento industriale o commerciale effettivo e serio nello Spazio economico europeo non vi č l’obbligo di nominare un rappresentante.
Tuttavia, anche se un richiedente puō depositare direttamente la propria domanda per ottenere un marchio UE, il ricorso ad un rappresentante specializzato č spesso utile al fine di evitare le difficoltā legate ad un'insufficiente conoscenza del diritto dei marchi, delle regole procedurali e dei termini da rispettare.
La rappresentanza delle persone fisiche e giuridiche dinanzi all'Ufficio puō essere assunta soltanto
a) da avvocati che siano abilitati a esercitare in uno Stato membro dello Spazio economico europeo e abbiano domicilio professionale nello Spazio economico europeo, purché possano agire in tale Stato membro quali mandatari in materia di marchi;
b) da mandatari abilitati iscritti nell'elenco tenuto dall'Ufficio.

top

Scelta del marchio


La scelta di un marchio unico che deve poter essere utilizzato in diversi paesi dalle lingue, culture, tradizione e abitudini diverse richiede uno studio pių attento di quanto sia necessario per un marchio nazionale.
Sul sito di EUIPO https://euipo.europa.eu/ohimportal/it/checklist  č disponibile una lista di controllo, utile per una adeguata pianificazione del deposito della domanda di registrazione.

top

Deposito della domanda

Le domande di marchio UE possono essere depositate direttamente presso EUIPO, oppure, a scelta del richiedente, presso uno dei servizi centrali della proprietā industriale degli Stati membri, che provvederā ad inoltrarla ad EUIPO.
Per il deposito diretto presso EUIPO si rinvia alle indicazioni fornite dal sito ufficiale https://euipo.europa.eu/ohimportal/it/home

top

Lingue di lavoro

Le domande di marchio UE sono depositate in una delle lingue ufficiali dell'Unione. Le lingue dell'Ufficio sono il francese, l'inglese, l'italiano, lo spagnolo e il tedesco. Il richiedente deve indicare una seconda lingua, che sia una lingua dell'Ufficio, che puō accettare come lingua procedurale alternativa in procedimenti di opposizione, decadenza e nullitā.Se il deposito č stato fatto in una lingua che non č una lingua dell'Ufficio, quest'ultimo provvede alla traduzione della domanda, di cui all'articolo 26, paragrafo 1, del Regolamento (CE)207/2009 nella lingua indicata dal richiedente.

top

Durata del marchio UE

La durata della registrazione di un marchio UE č di 10 anni a partire dalla data di deposito e, alla scadenza, puō essere rinnovato indefinitamente per periodi decennali.

top

I costi del marchio UE

Nella tabella riassuntiva disponibile a fondo pagina nell'area Download sono riportate le principali tasse relative al marchio UE.
Per l'elenco esaustivo delle tasse si rinvia al sito EUIPO https://euipo.europa.eu/ohimportal/it/fees-and-payments

top

L'Unione Europea e la registrazione internazionale dei marchi

A decorrere dal 1° ottobre 2004 la Comunitā Europea č entrata a far parte del sistema di Madrid sulla registrazione internazionale dei marchi, pertanto č possibile: richiedere la registrazione internazionale di un marchio basato su una domanda di marchio UE o su un marchio UE registrato; richiedere la registrazione internazionale di un marchio su base nazionale, designando, quale parte contraente, la Comunitā Europea, al fine di ottenere la protezione del marchio in tutto il territorio dell'Unione.

top


Download

  • Costi marchio UE
    Tabella riassuntiva dei costi da affrontare per depositare un marchio comunitario

 

 
Giudica l'utilitā di questa pagina cliccando sulle stelle:
Valutazione complessiva:
  Numero giudizi: 2 - Media: Molto Buono

icona Twitter icona Facebook icona Google Plus icona YouTube icona Slideshare

Questa pagina ti č stata utile?
stella gradimento Vota a fondo pagina stella gradimento
 

Logo attestante il superamento, ai sensi della Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilitā. Valid XHTML 1.0 Strict CSS Valido!