Servizi Servizi

Comitato per la Promozione dell'Imprenditoria Femminile

Pubblicato il: 22/01/2010


Downloads       Links

Comitato per la Promozione dell'Imprenditoria Femminile

Immagine paragrafo - Comitato per la Promozione dell'Imprenditoria Femminile Presso la Camera di Commercio di Forlì-Cesena è stato costituito dall'aprile 2000 il Comitato per la promozione dell'Imprenditoria Femminile.
L'obiettivo è quello di svolgere, nell'ambito delle azioni strategiche da realizzare a favore dell'imprenditoria femminile, un ruolo di promozione e di supporto per contribuire a diffondere e radicare la cultura imprenditoriale tra le donne.

Il Protocollo d'Intesa, siglato il 20 maggio 1999, tra il Ministero dell'Industria e Unioncamere nazionale, persegue i seguenti obiettivi:

• Proporre suggerimenti nell'ambito della programmazione delle attività camerali, che riguardino lo sviluppo e la qualificazione della presenza delle donne nel mondo dell'imprenditoria.

• Partecipare alle attività delle Camere di Commercio proponendo tematiche di genere in relazione allo sviluppo dell'imprenditoria locale.

• Promuovere indagini conoscitive sulla realtà imprenditoriale locale, anche con studi di settore, per individuare le opportunità di accesso e di promozione delle donne nel mondo del lavoro e dell'imprenditoria in particolare.

• Promuovere iniziative per lo sviluppo dell'imprenditoria femminile, anche tramite specifiche attività di informazione, formazione imprenditoriale e professionale e servizi di assistenza manageriale mirata.

• Attivare iniziative volte a facilitare l'accesso al credito ed avvicinare le imprenditrici alle fonti di finanziamento.

• Curare la divulgazione nel territorio delle iniziative e delle attività di ricerca e studio sullo Sviluppo Locale promosse dalle Camere di Commercio.

• Proporre iniziative per attivare un sistema di collaborazioni sinergiche con gli enti pubblici e privati che sul territorio svolgono attività di promozione e sostegno all'imprenditoria femminile in generale.

top

Composizione Comitato 2014-2018

Il Comitato per la Promozione dell’Imprenditoria Femminile di Forlì-Cesena è attualmente composto come segue: Presidente Catia Ridolfi (rappresentante del Consiglio Camerale - settore Servizi alle Imprese) Componenti Mara Biguzzi (rappresentante del Consiglio Camerale - settore Agricoltura) Delia Canali (rappresentante del Consiglio Camerale - settore Commercio) Lorena Fantozzi (rappresentante del Consiglio Camerale - settore Artigianato) Patrizia Greco (rappresentante del Consiglio Camerale - settore Commercio) Magalì Prati (rappresentante del Consiglio Camerale - settore Industria) Annalisa Raduano (rappresentante del Consiglio Camerale – settore Artigianato e Vice Presidente Vicario) Paola Sansoni (rappresentante del Consiglio Camerale - settore Servizi alle Imprese) Rossella Tassinari (rappresentante del Consiglio Camerale - settore Industria) Stefania Bartoletti (rappresentante del settore Commercio) Patrizia Carpi (rappresentante del settore Artigianato) Maria Antonietta Censi (rappresentante del settore Agricoltura) Francesca Giardullo (rappresentante del settore Commercio) Monica Rapellini (rappresentante del settore Agricoltura) Cinzia Semeraro (rappresentante del settore Commercio) Maurizia Squarzi (rappresentante del settore Cooperazione)

top

Segreteria

L’attività di Segreteria del Comitato per la Promozione dell’Imprenditoria Femminile di Forlì-Cesena è affidata a: - Dott.ssa Alessandra Roberti Tel. 0543 713446 Fax 0543 713543 E-mail: alessandra.roberti@fc.camcom.it - Sig.ra Alessandra Bonoli Tel. 0543 713491 Fax 0543 713543 E-mail: imprenditoria.femminile@fc.camcom.it - Dott.ssa Alessandra Turci Tel. 0543 713489 Fax 0543 713543 E-mail: imprenditoria.femminile@fc.camcom.it

top

Innovation Union: EU Prize for Women Innovators 2015

Immagine paragrafo - Innovation Union: EU Prize for Women Innovators 2015 Il 9 marzo 2015 la Commissione Europea ha presentato la terza edizione del Women Innovators Prize.

OBIETTIVI
Il premio mira a valorizzare e promuovere l’opera delle imprenditrici europee attive nei campi della ricerca e dell’innovazione.

Possono partecipare al concorso le donne:
· che siano finanziatrici o co-finanziatrici della loro impresa;
· che abbiano beneficiato nel passato di fondi europei – di natura diretta o indiretta – dedicati ad attività di ricerca ed innovazione scientifica (Programmi Quadro, EURATOM, Fondi Strutturali…).

AZIONI
Tra le candidature presentate entro il 20 ottobre 2015, verranno selezionate e premiate tre donne. Questi i premi:
1° premio - €100.000
2° premio - €50.000
3° premio - €30.000

Per ulteriori informazioni, si prega di consultare la pagina dell’EU Prize for Women Innovators 2015.

top

Expo 2015: più chance per le imprese femminili

Immagine paragrafo - Expo 2015: più chance per le imprese femminili Le donne imprenditrici hanno una “chance” in più rispetto ai colleghi uomini per cogliere le opportunità di crescita dell’Expo 2015. Il 29% delle 1.302.054 imprese femminili si concentra, infatti, sulle filiere agroalimentari e turistiche.
E’ quanto emerge dai dati al 2014 dell’Osservatorio dell’Imprenditoria femminile di Unioncamere.
Leggi il comunicato stampa di Unioncamere completo di tabelle

top

Sezione Speciale Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento Pari opportunità del Fondo di Garanzia per le PMI

Immagine paragrafo - Sezione Speciale Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento Pari opportunità del Fondo di Garanzia per le PMI Dal 14 gennaio è operativa la Sezione Speciale "Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per le Pari Opportunità" del Fondo di Garanzia per le piccole e medie imprese dedicata alle imprese femminili.
Le risorse della Sezione Speciale, pari a € 20.000.000, sono impiegate per interventi di garanzia diretta, controgaranzia e cogaranzia del Fondo mediante compartecipazione alla copertura del rischio. Nell'ambito della Sezione Speciale, una quota pari al 50% della dotazione è riservata alle nuove imprese.
Per la sezione speciale sono state introdotte modalità semplificate di accesso al Fondo, che prevedono la prenotazione della garanzia o della controgaranzia direttamente da parte dell'impresa beneficiaria.

Per saperne di più:
Sezione Speciale "Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento Pari opportunità" del Fondo di Garanzia per le PMI

top

Protocollo d’intesa per lo sviluppo e la crescita delle imprese a prevalente partecipazione femminile e delle lavoratrici autonome

L’ABI, in collaborazione con il Dipartimento per le pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei ministri, il Ministero dello sviluppo economico, d’intesa con le associazioni imprenditoriali di categoria maggiormente rappresentative delle imprese (Confindustria, Confapi, Rete imprese Italia, Alleanza delle cooperative italiane) ha sottoscritto – lo scorso 4 giugno 2014 - un Protocollo d’intesa, che prevede un quadro di interventi per favorire l’accesso al credito delle imprese femminili nelle diverse fasi del loro ciclo di vita ovvero della vita lavorativa delle libere professioniste.

Per maggiori informazioni sul protocollo e per consultare l'elenco delle banche del territorio sottoscrittrici e i relativi prodotti finanziari consulta la sezione del sito camerale ad esso dedicata:
Protocollo d’intesa per lo sviluppo e la crescita delle imprese a prevalente partecipazione femminile e delle lavoratrici autonome

top

Attività primo semestre anno 2015

Immagine paragrafo - Attività primo semestre anno 2015 - 22.01.2015 - Incontro: Dare "credito" alle imprese femminili
Il Comitato per la promozione delle imprenditoria femminile di Forlì-Cesena organizza un incontro volto ad offrire una panoramica sulla realtà dell'imprenditoria femminile in provincia e a informare sulle opportunità offerte dal “Protocollo d’intesa per lo sviluppo e la crescita delle imprese a prevalente partecipazione femminile e delle lavoratrici autonome” sottoscritto dall'ABI, in collaborazione con il Dipartimento per le pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero dello Sviluppo Economico, d’intesa con le associazioni imprenditoriali di categoria, che prevede un quadro di interventi per favorire l’accesso al credito.
L’intento è quello di fornire informazioni utili alle imprenditrici e soprattutto di stimolare e sensibilizzare le banche – nessuna esclusa - sulla centralità nel panorama economico delle imprese gestite dalle donne acché esse realizzino interventi mirati.
A seguire un breve intervento formativo in tema di finanza e credito, con l’obiettivo di trasferire alle imprenditrici preziose conoscenze per gestire al meglio la propria impresa in questa delicata congiuntura economica.

top

Attività primo semestre anno 2014

Immagine paragrafo - Attività primo semestre anno 2014 Progetto "Women's Way"
Il Comitato per l'Imprenditoria Feminile di Forlì-Cesena ha promosso un progetto in progress che attraverso un percorso di valorizzazione delle strutture ricettive, delle botteghe artigiane e del territorio nel suo complesso, dal mare all'entroterra, si pone l'obiettivo di sostenere la presenza femminile come motore dello sviluppo, mettendo in rete le imprese aderenti, servendosi di nuovi strumenti informatici e sfruttando i social media.
L’iniziativa avrà ulteriori sviluppi nei prossimi mesi accogliendo nuove adesioni.

Analisi recenti mettono in rilievo il fatto che le donne occupate nel turismo sono una presenza rilevante e in numero sempre crescente e che il loro ruolo nel settore può, e deve, essere un’opportunità da cogliere per nuove fonti di reddito, di lavoro e di promozione economica.

Un percorso “in rosa”, quindi, per far risaltare la particolare sensibilità femminile nei confronti dell’ambiente, della sostenibilità e della responsabilità sociale; e anche un prezioso contributo, in termini di innovazione e qualità, all’offerta turistica, da tempo collegata all’enogastronomia, alle tradizioni, alle tipicità locali, all’ambiente, all’arte e all’eco-sostenibilità del nostro territorio.

top

Attività secondo semestre anno 2013

Giro d'Italia delle donne che fanno impresa - Pink web: Turismo 2.0, tipicità locali e idee d'impresa
Forlì, 28/11/2013

Napoli, Monza, Stresa, Nuoro, Livorno, Brindisi, Trento, Forlì-Cesena, Latina sono i nove territori che nel mese di novembre ospitano dibattiti, incontri, workshop, laboratori per creare nuove forme di organizzazione, per trasferire cultura e tradizione, per incoraggiare le future imprenditrici e orientare i più giovani a scegliere il proprio futuro.

Forlì è una delle tappe previste per l'edizione 2013 del “Giro d'Italia delle donne che fanno impresa”, iniziativa ideata e promossa da UnionCamere nazionale in collaborazione con Retecamere, le Camere di Commercio e i Comitati per la promozione dell'imprenditoria femminile: un road show nato per facilitare gli incontri, dare spazio alle idee, scambiare esperienze, progettare formule di conciliazione lavoro-famiglia e nuovi percorsi per la sostenibilità.
Il filo conduttore dell'iniziativa, che a livello locale prende il nome di “Pink Web: Turismo 2.0, tipicità locali ed idee di impresa” , è il turismo, settore intorno al quale avviare un percorso di crescita che tenga conto della vocazione di genere e dei punti di forza delle imprese femminili, che faciliti il connubio tra turismo, territorio e imprese e che valorizzi il made in Italy e l’artigianato per promuovere e identificare filiere, eccellenze, innovazioni, tradizioni, mestieri e qualità creati dalle donne.
Il taglio che si è voluto dare a livello locale è quello legato alle nuove forme di promozione turistica: l’avvento dei social media ha cambiato il turismo, le esigenze/aspettative dei viaggiatori e di conseguenza anche le strategie di marketing degli operatori si devono allineare alle richieste del mercato.

top

Attività primo semestre anno 2013

Progetto Girls' Day
La Camera di Commercio di Forlì-Cesena e il suo Comitato per la Promozione dell'Imprenditoria Femminile promuovono e organizzano, con il patrocinio dell'Ufficio Scolastico Regionale dell'Emilia-Romagna e la collaborazione delle Associazioni di categoria, il Girls' Day, una giornata di orientamento dedicata alle ragazze di seconda media inferiore presso la sede di imprese della provincia:
- 18/04/2013 - Girls' Day

Progetto Reti di imprese femminili
L’obiettivo del progetto è fornire alle imprenditrici le conoscenze di base sulle opportunità che un modello organizzativo di tipo aggregativo può offrire in termini di aumento della competitività sul mercato e accompagnarle, attraverso esperti in possesso di adeguate competenze, nella definizione delle modalità di costituzione di una rete o di altra forma di aggregazione e nella sperimentazione di questo nuovo modello di business.

top

Attività secondo semestre anno 2012

Il Comitato Imprenditoria Femminile organizza una giornata di formazione rivolta alle funzionarie delle associazioni di categoria ed imprenditrici al fine di fornire loro strumenti utili per affrontare al meglio un possibile futuro ingresso nel Consiglio dell’Ente camerale:

- 14/11/2012 - Il ruolo femminile nella governance della Camera di Commercio

top

Attività primo semestre anno 2012

Progetto Girls' Day
La Camera di Commercio di Forlì-Cesena e il suo Comitato per la Promozione dell'Imprenditoria Femminile promuovono e organizzano, con il patrocinio dell'Ufficio Scolastico Regionale Ufficio XI Ambito Territoriale di Forlì-Cesena e la collaborazione delle Associazioni di categoria, il Girls' Day, una giornata di orientamento dedicata alle ragazze di seconda media inferiore presso la sede di imprese della provincia:

- 26/04/2012 - Girls' Day
- 26/05/2012 - Cerimonie conclusive del progetto Girls' Day

top

Attività anno 2011

Visto il periodo di crisi economica, finanziaria e di valori, il Comitato per la Promozione dell'Imprenditoria Femminile, con riguardo all'area formazione, ha deciso di costruire un percorso seminariale a partecipazione gratuita su tematiche ritenute attuali. Esso si basa sul presupposto che le imprese posseggono abbondanza di competenza tecnologica ma sono invece carenti in merito alla comprensione dei mercati e delle tendenze future e necessitano di una formazione finalizzata alla comprensione dei nuovi bisogni e alla capacità di cogliere le opportunità offerte dal mercato ormai maturo attraverso anche la conoscenza di nuovi studi in campo sociologico, culturale e scientifico.
Il percoso si articola in 5 mezze giornate che partono in luglio per concludersi entro la fine dell'anno:

- 05.07.2011 - L’economia dell’Imprenditore Quaternario
- 22.09.2011 - Marketing Spirituale, la nuova fase
- 27.10.2011 - Il Marketing olistico della personalità
- 17.11.2011 - Comunicazione e Neuroscienze
- 01.12.2011 - Leadership al maschile e al femminile

top

Attività secondo semestre anno 2010

Tra le attività del secondo semestre 2010, il Comitato per la Promozione dell'Imprenditoria Femminile di Forlì-Cesena ha aderito, unitamente alla Camera di Commercio di Forlì-Cesena, al Progetto OPTA (Opportunity by Technology Adoption), promosso dalla Regione Emilia-Romagna in collaborazione con Aster, finalizzato a supportare le imprese femminili nell'utilizzo delle nuove tecnologie. Nell'ambito del progetto verranno organizzati due Focus Group gratuiti, che si svolgeranno giovedì 7 ottobre 2010 e giovedì 28 ottobre 2010 dalle 17.00 alle 19.00, con lo scopo di offrire alle imprese femminili l'opportunità di approfondire le nuove tecnologie a supporto della gestione di clienti/fornitori.

- Progetto OPTA - Focus Group su nuove tecnologie per le imprese femminili a supporto della gestione di clienti/fornitori
A seguito dei pareri positivi espressi dalle partecipanti ai predetti Focus Group, il Comitato per la Promozione dell'Imprenditoria Femminile di Forlì-Cesena ed Aster hanno organizzato un ulteriore Focus Group sull'uso ICT per conciliare tempi di vita e di lavoro, che avrà luogo presso la Camera di Commercio di Forlì-Cesena martedì 30 novembre 2010 dalle ore 17.00 alle ore 19.30.

- Check-up aziendale gratuito per le imprese femminili
Inoltre, nell'ambito delle iniziative poste in essere a supporto dell'imprenditoria femminile dal sistema camerale, è stata prevista un'attività di check-up gratuito presso l'azienda, della durata di un giorno per le imprese femminili interessate, riguardante i diversi aspetti a seconda del bisogno individuato dall'impresa medesima:
- Risorse umane;
- Risorse finanziarie;
- Know-how aziendale;
- Posizionamento strategico;
- Comunicazione commerciale e relazione con i clienti;
- Struttura logistica.
Definire lo stato di salute dell'azienda in cui si opera arrivando a conoscere e razionalizzare la realtà nel dettaglio è elemento strategico per la vita dell'azienda stessa.
Strumenti e procedure di analisi idonei monitorano i punti di forza e di debolezza dell'impresa fornendo il quadro preciso della situazione. Le informazioni acquisite durante il processo di check-up aziendale costituiscono il punto di partenza fondamentale per dirigere interventi mirati a migliorare la performance e a risolvere problemi specifici.

top

Attività primo semestre anno 2010

Tra le attività promosse dal Comitato per la Promozione dell'Imprenditoria Femminile di Forlì-Cesena per il primo semestre dell’anno 2010, sono stati realizzati due seminari a sostegno dell’imprenditoria femminile a partecipazione gratuita:

- Web Marketing: scrittura, blog, statistiche e motori di ricerca per una presenza vincente sul world wide web
- Indagini e strumenti operativi per riconoscere le evoluzioni e i mutamenti del mercato

top

Ambasciatrici dell'Imprenditoria Femminile

Ha preso il via il primo network di impenditrici esperte, "Women Ambassadors", per favorire la promozione dello spirito imprenditoriale femminile nel nostro Paese. Le 2 ambasciatrici dell'Emilia Romagna sono Bruna Pagnutti (impresa LUCE di Montescudo-Rimini) e Franca Mentana (FL Fashion di Ravenna).

In seguito alla selezione effettuata all’inizio di settembre, si è ora pronti per la costituzione del primo network di imprenditrici esperte, “Women Ambassadors”, che ha l’obiettivo di favorire la promozione dello spirito imprenditoriale femminile nel nostro Paese.

Per dare l’avvio ufficiale alle attività previste dal progetto è stato realizzato un evento di lancio a livello nazionale, il 1° ottobre 2009 a Firenze e uno a livello europeo, il 5 ottobre 2009 a Stoccolma.

In questa nuova rete l’Emilia Romagna sarà rappresentata dalle imprenditrici classificate ai primi due posti della graduatoria regionale, rispettivamente in qualità di “ambasciatrice imprenditrice” e “ambasciatrice imprenditrice supplente”:

Bruna Pagnutti, titolare dell’impresa LUCE di Montescudo – Rimini (www.lu-ce.com).
Franca Mentana, titolare dell’impresa FL Fashion di Ravenna (www.flfashion.it, www.nanan.it).

top

Kit di Autoapprendimento

Il Kit di Autoapprendimento si propone come strumento formativo, agile e di semplice consultazione, e nasce con l’obiettivo di favorirela creazione, l’avvio (start-up) e la gestione ottimale di nuove imprese, in particolare femminili.
Il Kit propone due diversi percorsi guidati – uno di accompagnamento alla creazione d’impresa e l’altro, idealmente successivo, di supporto alla fase di start-up – il cui scopo è comunicare la corretta metodologia, rispettivamente, di pianificazione e avvio operativo di una nuova iniziativa.
Il Kit permette di verificare in ogni momento il proprio livello di apprendimento, tramite opportuni test di autovalutazione.
In particolare si possono individuare due tipologie di destinatari:
• Aspiranti imprenditrici
• Neo-Imprenditrici

Struttura
Il Kit propone due diversi percorsi guidati:
• Percorso guidato alla creazione d’impresa, con l’obiettivo di accompagnare le utenti nel processo di ideazione e progettazione della propria idea imprenditoriale;
• Percorso guidato allo start-up d’impresa, con l’obiettivo di orientare le utenti all’avvio concreto della propria iniziativa.
Entrambi i percorsi suggeriscono l’ottimale utilizzo dei servizi disponibili in corrispondenza delle diverse fasi di creazione e start-up, massimizzandone l’utilità.
Nella terza parte il Kit presenta un inquadramento delle Pari Opportunità con un approccio formativo agile e di semplice consultazione, per tutti coloro che desiderano avvicinarsi al tema delle Pari Opportunità e conoscere lo stato dell’arte a livello concettuale, metodologico e legislativo.

E' possibile scaricare gratuitamente il Kit di Autoapprendimento nella sezione Download.

top

Per informazioni

Segreteria Comitato Imprenditoria Femminile
E-mail: imprenditoria.femminile@fc.camcom.it
Tel: 0543/713446 - 489 - 491
Fax: 0543/713543

top


Download


  • Mettersi in proprio: una guida per fare impresa - Unioncamere
    “Mettersi in proprio” è un vero e proprio manuale operativo completo per aspiranti e neo-imprenditori.
    L’edizione 2014 del volume, aggiornata alla luce delle più recenti normative civilistiche (S.r.l. semplificate, start up innovative, reti d’impresa ecc.) è articolata in tre parti:
    1) “Mettersi in proprio: scegliere tra impresa e lavoro autonomo”;
    2) “Il progetto imprenditoriale”;
    3) “Lo sviluppo del progetto imprenditoriale”.
    Concludono il volume un vero e proprio business plan a titolo esemplificativo e il testo completo dello Statuto delle Imprese.
    Scarica gratuitamente il manuale.

 

 
Giudica l'utilità di questa pagina cliccando sulle stelle:
Valutazione complessiva:
  Numero giudizi: 2 - Media: Ottimo

icona Twitter icona Facebook icona Google Plus icona YouTube icona Slideshare

Questa pagina ti è stata utile?
stella gradimento Vota a fondo pagina stella gradimento