Informazioni Informazioni

Cronotachigrafo digitale

Pubblicato il: 11/08/2011


Downloads      
In occasione della nascita della nuova Camera di commercio della Romagna - Forlì-Cesena e Rimini alcune parti del contenuto del sito risultano in fase di aggiornamento/integrazione. Si invita pertanto l'utenza a contattare le rispettive sedi di riferimento laddove si ravvisi la necessità di chiarimenti.

top

Il Cronotachigrafo

Il cronotachigrafo è un'apparecchiatura che consente il controllo dei tempi di guida e di riposo di tutti i conducenti adibiti ai trasporti professionali. L'utilizzo del tachigrafo, come strumento di misurazione della velocità e dei tempi di guida nasce dall'applicazione di una normativa europea sull'armonizzazione di alcune disposizioni in materia sociale nel settore dei trasporti su strada, avente come obiettivo primario la sicurezza stradale. Il precedente strumento analogico introdotto nel 1985 si è dimostrato nel tempo poco affidabile in termini di sicurezza e rilevazione dei dati e conseguentemente l'Unione Europea ha deciso di procedere alla realizzazione ed alla diffusione di un nuovo apparecchio di controllo, grazie alla nuova tecnologia digitale, più efficace nelle prestazioni e nella capacità di utilizzo. Dal 1^ maggio 2006 tutti i veicoli di nuova immatricolazione adibiti al trasporto su strada di merci di massa massima autorizzata superiore a 3,5 tonnellate e quelli adibiti al trasporto di più di 9 persone compreso il conducente, devono essere dotati del nuovo tachigrafo digitale. Il cronotachigrafo digitale è formato da due elementi fondamentali per il suo utilizzo:

•    un'unità veicolo (apparecchio simile ad un'autoradio o ad un lettore cd, che comprende due lettori Smart-Card, un selettore di entrata manuale, uno schermo per la visualizzazione dei dati e una  piccola stampante);
•    una Smart-Card (dispositivo detto carta tachigrafica su cui vengono registrate le attività di guida e di riposo).

top

Le Carte Tachigrafiche

La Carta Tachigrafica è il dispositivo che consente l'utilizzo del Tachigrafo nelle sue diverse funzioni. Permette di identificare il soggetto che opera con tale strumento, sia esso Conducente, Autorità di controllo, Officina di manutenzione o Azienda in possesso del veicolo, nonchè di conservare i dati relativamente alle operazioni che vengono svolte con il tachigrafo digitale.
Le Carte sono rilasciate dalle Camere di Commercio, individuate dalla normativa nazionale, quali Autorità di rilascio in Italia (Decreto 31 ottobre 2003, n. 361). Le Carte italiane - ne esistono 4 tipi - sono state oggetto di omologazione da parte del Ministero delle Attività Produttive, formalizzata con D.M. 29 luglio 2005.

Carta del conducente: carta personale del conducente, di colore bianco, personalizzata con foto, firma e dati anagrafici del titolare. Registra i tempi di guida e riposo. Ha un periodo di validità di 5 anni. Possiede una capacità di memoria che consente di conservare i dati relativi alla guida del conducente per un periodo pari a 28 giorni.

Carta azienda: carta dell'azienda proprietaria o in possesso dei veicoli, di colore giallo, personalizzata con i dati dell'azienda. Accede ai cronotachigrafi installati sui propri mezzi permettendone la gestione e consentendo di scaricare e/o stampare i dati di viaggio di tutti i veicoli dell'azienda muniti di tachigrafo digitale. Ha un periodo di validità di 5 anni.

Carta controllo: carta necessaria per effettuare i controlli sui cronotachigrafi da parte delle forze dell'ordine e pubbliche amministrazioni con funzioni di controllo, di colore blu, personalizzata con il nome dell'organismo di controllo. Ha un periodo di validità di 5 anni.

Carta officina: carta dell'officina autorizzata ad operare sui cronotachigrafi digitali, di colore rosso, personalizzata con i dati dell'officina e del responsabile tecnico. E' attivata da un codice PIN. Ha un periodo di validità di 1 anno.

I modelli sono scaricabili dal sito www.metrologialegale.unioncamere.it o in distribuzione presso gli sportelli della Camera di Commercio.

top

Modulistica

Secondo quanto previsto all'art. 3, comma 3 del DM 23 giugno 2005, il Ministero delle Attività Produttive, con Decreto della Direzione Generale per l'armonizzazione del mercato e la tutela dei consumatori datato 3 agosto 2005 ha approvato i modelli per la domanda di rilascio delle Carte Tachigrafiche. Gli stessi recentemente modificati ed approvati con D.M. n. 10906 del 15 gennaio 2015 sono sempre disponibili in versione aggiornata sul sito www.metrologialegale.unioncamere.it. All'interno dei singoli modelli sono contenute le "Condizioni generali di rilascio e di utilizzo" delle rispettive Carte, comprese le modalità di rinnovo, sostituzione, restituzione. Allo stesso modo sono stabilite le modalità di comportamento del Titolare in caso di malfunzionamento, furto e smarrimento.
Con la firma posta in calce al modello, il richiedente, sotto la sua personale responsabilità ed in piena conoscenza della responsabilità penale prevista per le false dichiarazioni dall’art. 76 del D.P.R. 445/2000, dichiara l’esattezza e la veridicità di tutti i dati indicati e forniti con l’istanza, nonché il possesso dei requisiti previsti dalla normativa vigente per il rilascio della Carta stessa.

top

Emissione della Carta - Modalità

In materia di Carte Tachigrafiche vige il principio della competenza territoriale e pertanto l'istanza di rilascio della Carta Conducente deve essere depositata presso la Camera di Commercio in cui il richiedente ha la propria residenza anagrafica mentre quella di rilascio della carta Azienda/Officina presso quella in cui l'impresa ha la propria sede principale o secondaria, ovvero unità locale.
La presentazione delle domande avviene, di norma, previo appuntamento telefonico dal lunedì al venerdì mattina dalle ore 9 alle ore 12,30, presso:


  • la Camera di Commercio di Forlì - Ufficio Unico e Sanzioni, Diritto Annuale e Servizi Innovativi C.so della Repubblica, 5 - 47121 Forlì (Tel. 0543-713456), oppure
  •  la sede distaccata Via Gaspare Finali, 32 - 47521 Cesena (Tel. 0543-713290).

o, in alternativa tramite servizio postale.

top

Emissione della Carta - Documentazione

La domanda di Carta Conducente deve essere presentata dal titolare richiedente ovvero da altro soggetto da questi delegato con apposito Modello delega presentazione carta (vedi Download in calce alla presente sezione).
Deve essere corredata dei seguenti documenti:
•    fotocopia leggibile della patente di guida in corso di validità e di categoria appropriata (di norma superiore alla B, se non altrimenti previsto dalla normativa vigente) alla conduzione di veicoli adibiti al trasporto su strada di viaggiatori o di merci, secondo quanto previsto all’art. 2 del Regolamento CE 561/06;
•    fotocopia leggibile della carta d'identità, del passaporto o di altro documento d'identità in corso di validità del conducente;
•    foto tessera della dimensioni minime di 35x 45 mm.

I cittadini extracomunitari, in aggiunta alla documentazione di cui sopra, devono allegare:
•    fotocopia del permesso/carta di soggiorno in corso di validità;
•    documentazione relativa alla posizione lavorativa (Dichiarazione sostitutiva crono - Download in calce alla presente sezione), contratto di lavoro e ultima busta paga ecc…);
•    in assenza di posizione lavorativa, documentazione comprovante la residenza normale del soggetto stesso in Italia.
--------------------------------------------------------
La domanda di Carta Azienda deve essere presentata dal titolare o dal legale rappresentante dell'impresa ovvero da altro soggetto da questi delegato con apposito Modello delega presentazione carta (vedi Download in calce alla presente sezione).
La domanda deve essere corredata dei seguenti documenti:
•    fotocopia leggibile della carta d'identità, del passaporto o di altro documento d'identità in corso di validità del titolare/legale rappresentante;
•    della prova relativa al possesso di almeno un veicolo equipaggiato con l'apparecchio di controllo digitale (Dichiarazione sostitutiva crono possesso veicolo - Download in calce alla presente sezione -, fotocopia del libretto di immatricolazione, del foglio provvisorio di via ecc...)
--------------------------------------------------------
La domanda di Carta Officina deve essere presentata dal titolare o dal legale rappresentante dell'officina ovvero da altro soggetto da questi delegato con apposito modello delega presentazione carta (vedi Download in calce alla presente sezione).
Il rilascio della carta è condizionato dal possesso dell'autorizzazione ad effettuare le operazioni di montaggio e di riparazione dell'apparecchio di controllo.
Deve essere corredata dei seguenti documenti:
•    fotocopia leggibile della carta d'identità, del passaporto o di altro documento d'identità in corso di validità dei firmatari (titolare /legale rappresentante dell’officina – responsabile tecnico)
--------------------------------------------------------
La domanda di Carta Controllo deve essere presentata dal Rappresentante dell'Autorità deputata ai controlli.

top

Bolli, diritti e spese postali

L'importo dovuto per il rilascio di ogni singola carta (Conducente - Azienda - Officina) ammonta ad € 37,00 (diritti di segreteria).
La domanda di rilascio di carta officina è soggetta inoltre ad imposta di bollo.

La carta di controllo ha un costo pari ad € 21,35.

Nel caso in cui venga scelta la modalità “spedizione della carta prodotta presso l’ indirizzo indicato nel Modello” sarà necessario aggiungere, ai predetti importi, la somma di € 3,17 a titolo di spese postali.

Dal 01.01.2010 il diritto di segreteria previsto per la sostituzione di carta tachigrafica a seguito del malfunzionamento della stessa è pari ad € 17,00 (Decreto M.S.E. 2 dicembre 2009).
Tale diritto non è applicato se la richiesta di sostituzione viene presentata alla Camera di Commercio entro sei mesi dal rilascio della carta stessa.
I diritti di segreteria possono essere pagati con le seguenti modalità alternative:


  • contanti o tramite POS/Bancomat presso lo sportello camerale;
  • bonifico bancario IBAN: IT83N0601013200100000300122;
  • conto corrente postale n. 16559478 intestato a Camera di commercio della Romagna - Forlì-Cesena e Rimini - con indicazione nella causale “Rilascio carta tachigrafica conducente / azienda / officina”.

top

Scadenza e restituzione della Carta

Decreto 23 giugno 2005 - art. 3 co. 5 – “Alla scadenza del periodo di validità il possessore della Carta è tenuto alla sua restituzione sia nel caso di Rinnovo sia in tutti i casi in cui il possessore non necessiti più della carta per l’esercizio della sua attività ovvero abbia perso i requisiti necessari al rilascio della carta stessa”.
Relativamente alla carta conducente la modulistica ministeriale prevede che alla scadenza del periodo di validità della Carta, il titolare è tenuto alla sua restituzione, trascorsi 30 giorni dalla data di scadenza ed avendo assicurato il trasferimento dei dati in essa contenuti.
La Camera di Commercio provvede alla distruzione delle carte restituite (vedi modello restituzione Carta Tachigrafica - Download in calce alla presente sezione).

top

Rinnovo della Carta

Per scadenza:

Decreto 23 giugno 2005 - art. 8 co. 1 – “La richiesta di rinnovo di una carta del conducente deve essere presentata alla Camera di Commercio che l’ha emessa o presso cui il richiedente ha la sua residenza entro il termine di 15 giorni lavorativi antecedenti la data di scadenza”.
Le Carte tachigrafiche sono rinnovabili alla scadenza fermo restando il permanere delle condizioni necessarie per il rilascio e sono utilizzabili solamente a partire dalla data di scadenza della carta precedente.
Il titolare, prima della restituzione della carta deve provvedere allo scarico dei dati in essa contenuti al fine di poter garantire la messa a disposizione degli stessi in caso di richiesta da parte delle competenti Autorità di Controllo.

Per modifica dati:

Decreto 23 giugno 2005 - art. 9 co. 2 – “La richiesta di modifica della carta in corso di validità riguarda la variazione dei dati amministrativi registrati all’atto della emissione della carta stessa”.
Il titolare/legale rappresentante di una carta in corso di validità può richiedere l’emissione di una nuova carta, in sostituzione di quella in suo possesso ed ancora in corso di validità, in caso di modificazione di uno dei dati amministrativi stampati sulla facciata della carta e registrati nella memoria della stessa.

Decreto 23 giugno 2005 - art. 10 co. 1 – In caso di nuovo rilascio della patente, con conseguente cambio del numero identificativo della stessa, il titolare della carta dovrà inoltrare richiesta di modifica della carta stessa.

Caso particolare nuove patenti con CQC

Con Nota congiunta Prot. n. 0170948 del 18.10.2013 (il cui testo è disponibile nella sezione download) i Ministeri dello Sviluppo Economico, delle Infrastrutture e dei Trasporti e dell'Interno, chiariscono, in ordine all'applicazione dell'art. 10 Decreto Interministeriale 23 giugno 2005, che in caso di emissione di nuova patente per l'abbinamento con la CQC (carta qualificazione conducente) il titolare di carta tachigrafica del conducente è esentato dal rinnovo della stessa purchè nel nuovo documento di guida sia indicato il cosiddetto “codice armonico 95” che garantisce la presenza sul documento del precedente numero di patente preservandone così tracciabilità e collegamento con la carta tachigrafica nel rispetto dei principi della normativa europea.

top

Sostituzione della Carta

Per Malfunzionamento/Danneggiamento/Smarrimento/Furto

Decreto 23 giugno 2005 - art. 9 co. 3 – In caso di danneggiamento, cattivo funzionamento, smarrimento o furto della carta il possessore entro sette giorni dall’accertamento dell’evento deve chiederne il blocco e/o la sostituzione presso la Camera di Commercio in cui il richiedente ha la sede e la residenza normale”. (vedi modello Dichiarazione deterioramento malfunzionamento smarrimento furto - Download in calce alla presente sezione).

co. 4 "….. il furto o lo smarrimento della carta deve formare oggetto di una denuncia alle autorità di polizia dello Stato in cui si è verificato l’evento”.
Copia della medesima deve essere poi allegata al Modulo per il rilascio di una nuova Carta.

In caso di cattivo funzionamento della Carta, il titolare/legale rappresentante deve restituirla alla Camera di Commercio emittente affinché la Carta sia sottoposta ad una verifica tecnica e funzionale.

top

Riferimenti normativi


  • Reg. CEE n. 3821/85 relativo all'apparecchio di controllo nel settore dei trasporti su strada ora abrogato da Reg. UE n. 165/2014 
  • Reg. CE n. 2135/98 del 24 settembre 1998 che ha modificato il Reg. n. 3821/85 sulle apparecchiature di controllo
  • Decreto MAP 31 ottobre 2003, n. 361, disposizioni attuative del Reg. CE 2135/98 modificativo del Reg. CEE 3821/85
  • Decreto MAP 23 giugno 2005 Modalità per il rilascio delle carte tachigrafiche e per la tenuta del registro, ai sensi dell'art. 3 comma 8, del decreto ministeriale 31 ottobre 2003, n. 361
  • Decreto del Direttore Generale per il Commercio, le Assicurazioni, e i servizi del Ministero delle Attività Produttive del 29 luglio 2005 Istituzione dei diritti di segreteria relativi all'introduzione del tachigrafo digitale nel settore del trasporto stradale di persone e di cose. Integrazione della tabella B allegata al Decreto dirigenziale interministeriale 29 novembre 2004
  • Decreto del Direttore Generale della Direzione Generale per l'armonizzazione del mercato e la tutela dei consumatori del 3 agosto 2005, di approvazione dei modelli per la domanda di rilascio delle carte tachigrafiche
  • Reg. CE 561/2006 relativo all'armonizzazione di alcune disposizioni in materia sociale nel settore dei trasporti su strada che modifica i Regolamenti del Consiglio CEE n. 3821/85 e CE n. 2135/98 e abroga il Reg. del Consiglio CEE n. 3820/85
  • Reg. UE n. 165/2014 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 4 febbraio 2014 relativo ai tachigrafi nel settore dei trasporti su strada che abroga il regolamento (CEE) n. 3821/85 del Consiglio relativo all'apparecchio di controllo nel settore dei trasporti su strada e modifica il Regolamento (CE) n. 561/2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio relativo all'armonizzazione di alcune disposizioni in materia sociale nel settore dei trasporti su strada
  • Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico - Direzione Generale per il mercato, la concorrenza, il consumatore, la vigilanza e la normativa tecnica n. 10906 del 15 gennaio 2015 di approvazione dei modelli per la domanda di rilascio delle carte tachigrafiche
  • Per la visione delle norme succitate e per un approfondimento generale di tutta la normativa di settore, si consiglia la consultazione del sito www.unioncamere.net - Tachigrafo digitale - dove è possibile accedere inoltre alla sezione NEWS contenente aggiornamenti e novità in materia.

top


Download


 

 
Giudica l'utilità di questa pagina cliccando sulle stelle:
Valutazione degli ultimi 12 mesi:
  Numero giudizi: 1 - Media: Scarso
Valutazione complessiva:
  Numero giudizi: 10 - Media: Sufficiente

icona Twitter icona Facebook icona Google Plus icona YouTube icona Slideshare

Questa pagina ti è stata utile?
stella gradimento Vota a fondo pagina stella gradimento
 
 
Logo Registro Imprese