Informazioni Informazioni

Commercio all'ingrosso

Pubblicato il: 02/11/2015


Downloads      

Novità in materia di commercio all'ingrosso dal 01 luglio 2017

Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n. 277 del 26/11/2016 (S.O. n. 52), del D. Lgs. 25/11/2016 n. 222, recante "Individuazione di procedimenti oggetto di autorizzazione, segnalazione certificata di inizio di attività (SCIA), silenzio assenso e comunicazione e di definizione dei regimi amministrativi applicabili a determinate attività e procedimenti, ai sensi dell'art. 5 della L. 07/08/2015, n. 124", a decorrere dall' 11/12/2016 sono entrate in vigore nuove disposizioni che riguardano, tra le altre, anche le attività di commercio all’ingrosso.

Dal 01/07/2017 in caso di apertura, trasferimento di sede, ampliamento e subingresso di attività di commercio all’ingrosso non alimentare, occorre presentare comunicazione al Suap, che la trasmette alla Camera di Commercio.

In particolare si segnala che:

- in caso di esercizio con superficie totale lorda, comprensiva di esercizi e depositi fino a 400 mq, la comunicazione potrà essere presentata alla Camera di Commercio competente o allo sportello unico presso il Comune (SUAP) che la trasmette all’ufficio del Registro delle Imprese per i controlli di competenza.

- nel caso in cui l’esercizio abbia una superficie totale lorda, comprensiva di esercizi e depositi superiore a 400 mq, o comunque l’attività ricada in uno qualsiasi dei punti previsti dall’allegato 1 del D.P.R. n. 151 del 2011, dovrà essere presentata una S.C.I.A unica al Suap competente.

Per quanto attiene, invece, all’attività di commercio all’ingrosso di prodotti alimentari, l’attività è soggetta alla presentazione di una Scia esclusivamente al competente SUAP.

top

Principale normativa di riferimento

Decreto Legislativo 31 marzo 1998, n. 114 - "Riforma della disciplina relativa al settore del commercio, a norma dell'articolo 4, comma 4, della legge 15 marzo 1997, n. 59".
Decreto Legislativo 26 marzo 2010, n.  59 - "Attuazione della direttiva 2006/123/CE relativa ai servizi nel mercato interno".
Decreto Legislativo 06 agosto 2012,  n. 147 - "Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 59, recante attuazione della direttiva 2006/123/CE, relativa ai servizi nel mercato interno".
Decreto Legislativo 25 novembre 2016, n. 222 - "Individuazione di procedimenti oggetto di autorizzazione, segnalazione certificata di inizio di attività (SCIA), silenzio assenso e comunicazione e di definizione dei regimi amministrativi applicabili a determinate attività e procedimenti, ai sensi dell’articolo 5 della legge 7 agosto 2015, n. 124".

Il commercio all'ingrosso consiste nell'attività svolta da chiunque professionalmente acquista merci in nome e per conto proprio e le rivende ad altri commercianti all'ingrosso o al dettaglio, o ad utilizzatori professionali, o ad altri utilizzatori in grande.

Dal 14.09.2012, data di entrata in vigore del D.lgs. 147/2012 modificativo ed integrativo del  D.lgs 59/2010 e nella fattispecie dell'art. 71 recante "Requisiti di accesso e di esercizio delle attivita' commerciali", l'esercizio dell'attivita' di commercio all'ingrosso alimentare e non alimentare e' subordinata al possesso dei requisiti morali o di onorabilita' da parte dell'impresa

top

Requisiti richiesti per l'esercizio dell'attività

Requisiti di onorabilità:
Non possono esercitare l'attività commerciale di vendita:
a) coloro che sono stati dichiarati delinquenti abituali, professionali o per tendenza, salvo che abbiano ottenuto la riabilitazione;
b) coloro che hanno riportato una condanna, con sentenza passata in giudicato, per delitto non colposo, per il quale è prevista una pena detentiva non inferiore nel minimo a tre anni,sempre che sia stata applicata, in concreto, una pena superiore al minimo edittale;
c) coloro che hanno riportato, con sentenza passata in giudicato, una condanna a pena detentiva per uno dei delitti di cui al libro II, Titolo VIII, capo II del codice penale, ovvero per ricettazione, riciclaggio, insolvenza fraudolenta, bancarotta fraudolenta, usura, rapina, delitti contro la persona commessi con violenza, estorsione;
d) coloro che hanno riportato, con sentenza passata in giudicato, una condanna per reati contro l'igiene e la sanità pubblica, compresi i delitti di cui al libro II, Titolo VI, capo II del codice penale;
e) coloro che hanno riportato, con sentenza passata in giudicato, due o più condanne, nel quinquennio precedente all'inizio dell'esercizio dell'attività, per delitti di frode nella preparazione e nel commercio degli alimenti previsti da leggi speciali;
f) coloro che sono sottoposti a una delle misure di prevenzione di cui alla legge 27dicembre 1956 n. 1423, o nei cui confronti sia stata applicata una delle misure previste dalla legge 31 maggio 1965 n. 575, ovvero a misure di sicurezza.

I requisiti di onorabilita' devono essere posseduti dai seguenti soggetti:
• titolare di impresa individuale, institore o procuratore preposto all'esercizio dell'impresa,
• tutti i soci di s.n.c., tutti i soci accomandatari di s.a.s. o di s.a.p.a., tutti gli amministratori di società di capitali di ogni tipo ivi comprese le cooperative.


La Tassa di Concessione Governativa non è richiesta in quanto l'attività di Commercio all'Ingrosso non è soggetta a SCIA, come da Risoluzione adottata dal Ministero dello Sviluppo Economico in data 29 giugno 2014 n.114972.

top


Download

  • Modello ingrosso
    Autocertificazione del possesso dei requisiti morali per l'attività di commercio all'ingrosso

 

 
Giudica l'utilità di questa pagina cliccando sulle stelle:
Valutazione degli ultimi 12 mesi:
  Numero giudizi: 2 - Media: Ottimo
Valutazione complessiva:
  Numero giudizi: 3 - Media: Ottimo

icona Twitter icona Facebook icona Google Plus icona YouTube icona Slideshare

Questa pagina ti è stata utile?
stella gradimento Vota a fondo pagina stella gradimento
 
 
Logo Registro Imprese