Informazioni Informazioni

Rilascio Certificati e Visure, copie di Atti e Bilanci

Pubblicato il: 05/11/2015


Downloads      

Certificati e Visure

La richiesta di visure e certificati del Registro delle Imprese può essere effettuata, da chiunque ne abbia interesse, presso gli sportelli camerali oppure per via telematica autenticandosi sul sito www.registroimprese.it. Le visure camerali, la copia dell'ultimo bilancio depositato nonché il fascicolo dell'impresa possono essere richiesti anche senza autenticazione sul sito www.registroimprese.it alla voce “Servizi senza registrazione”. Infine sul sito www.registroimprese.it i titolari/legali rappresentanti di imprese, autenticandosi con la CNS (Carta Nazionale dei Servizi), possono consultare gratuitamente le informazioni relative alla propria azienda contenute nel Registro delle Imprese:

  • visura ordinaria, visura storica, visura artigiana e scheda società;
  • modello di dichiarazione sostitutiva del certificato di iscrizione al Registro delle Imprese;
  • statuti, atti e bilanci depositati;
  • situazione dei pagamenti del diritto annuale;
  • stato pratiche Registro delle Imprese (trasparenza amministrativa).

Visure
La visura è un documento in carta semplice, senza valore legale, che riporta le informazioni giuridiche ed economiche relative ad ogni impresa iscritta al Registro Imprese o al Repertorio Economico Amministrativo (REA). La visura può essere richiesta per tutte le imprese iscritte sul territorio nazionale e può essere rilasciata a chiunque ne faccia richiesta. La visura rilasciata dal Registro delle Imprese consente di ottenere informazioni più affidabili grazie al QRCode con il quale è possibile verificare la corrispondenza tra il documento in possesso e quello archiviato nel Registro Imprese, direttamente da smartphone, da tablet o da sito www.registroimprese.it.

Certificati
Il certificato è un documento che attesta l'iscrizione presso il Registro delle Imprese ed il Repertorio Economico Amministrativo (REA) e riporta le informazioni giuridiche ed economiche relative ad ogni impresa iscritta; ha valore legale e ha validità di sei mesi dalla data del rilascio. Il certificato può essere richiesto per tutte le imprese iscritte sul territorio nazionale che siano in regola con il pagamento del diritto annuale e può essere rilasciato a chiunque ne faccia richiesta. Su richiesta è possibile che venga aggiunta ai certificati la dicitura che l'impresa non è sottoposta a procedure concorsuali (ex vigenza). I certificati rilasciati dalla Camera di Commercio sono validi solo nei rapporti tra privati e, in conformità a quanto previsto dalla legge, contengono la dicitura “il presente certificato non può essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi”. Dal 14 febbraio 2013 inoltre, per effetto dell'entrata in vigore del D.Lgs. 218/2012 che ha abrogato il DPR 252/1998 e ha modificato il D.Lgs. 159/2011 (codice antimafia), la Camera di Commercio non può più rilasciare certificati camerali con dicitura antimafia. La competenza in materia di documentazione antimafia rimane in capo alle Prefetture.
Dichiarazioni sostitutive del certificato di iscrizione al Registro Imprese
Nell'ambito di un procedimento amministrativo attivato nei confronti di una Pubblica Amministrazione i certificati sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni sostitutive di certificazione (art. 46 del D.P.R. 445/2000).
Le imprese che dovranno “autocertificare” la propria iscrizione presso il Registro delle Imprese potranno usufruire di moduli di autocertificazione messi a disposizione dalle Camere di Commercio, precompilati con i dati risultanti dall'archivio del Registro delle Imprese presso il quale l'impresa stessa è iscritta.

Certificati e Visure in inglese

Le Camere di Commercio mettono a disposizione delle imprese certificati e visure camerali anche in lingua inglese.
Il servizio è disponibile presso gli sportelli al pubblico oppure on line sul sito www.registroimprese.it.
Con questo servizio le Camere di Commercio consentono alle imprese italiane di non dover più ricorrere alle traduzioni giurate della documentazione da presentare alle Autorità straniere, con una significativa riduzione di costi e tempi. Consentono inoltre alle imprese straniere un accesso diretto alle informazioni del Registro Italiano attraverso documenti già tradotti in lingua inglese.
Gli importi dei diritti di segreteria sono analoghi a quelli degli attuali Certificati e Visure in lingua italiana.
Il nuovo Certificato in lingua inglese, esclusivamente ai fini dell'utilizzo in uno Stato estero, è esente dall'imposta di bollo, come previsto dal comma 4 dell'articolo 5 del decreto legge 23 dicembre 2013, n.145 convertito, con modificazioni, dalla legge 21 febbraio 2014, n.43.
Anche per i certificati e le visure in inglese sarà possibile verificare la veridicità del contenuto, ovvero la corrispondenza tra il documento in possesso e quello archiviato nel Registro Imprese, direttamente da smartphone, da tablet o dal sito www.registroimprese.it grazie alla presenza del “QR Code” riportato su ciascun documento.

Diritti di Segreteria e imposta di bollo
I diritti di segreteria per i certificati e per le visure sono quelli previsti alla Tabella A del decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 07/07/2012.
I certificati sono soggetti all'applicazione dell'imposta di bollo pari a Euro 16,00 ogni 100 righe, assolta in modo virtuale, salvo i casi di esenzione espressamente previsti dalla legge (ad esempio per i rimborsi IVA, operazioni di credito, ecc...).

top

Decertificazione

In data 1° gennaio 2012 sono entrate in vigore le modifiche, introdotte con l'art. 15, comma 1 della Legge 12 novembre 2011, n. 183 (la cosidetta “Legge di stabilità 2012”), alla disciplina dei certificati e delle dichiarazioni sostitutive di cui al D.P.R. n. 445/2000.
Le certificazioni rilasciate dalle Pubbliche Amministrazioni in ordine a stati, qualità personali e fatti sono valide ed utilizzabili esclusivamente nei rapporti tra privati.
Per approfondimenti

top

Copia di Atti e Bilanci

Le Camere di Commercio rilasciano, a chiunque ne faccia richiesta, copie in carta semplice o autenticate in bollo di atti e bilanci soggetti a iscrizione e/o deposito al Registro delle Imprese.
Le richieste possono riguardare
- atti e bilanci iscritti/depositati presso il Registro delle Imprese di Forlì-Cesena per il quali vengono rilasciate copie sia dall'archivio ottico che da quello cartaceo;
- atti e bilanci iscritti/depositati presso altri Registri Imprese per i quali è possibile ottenere copie soltanto dall'archivio ottico nazionale.
La richiesta di copia di atti e bilanci può essere effettuata on-line autenticandosi sul sito www.registroimprese.it, limitatamente ai documenti in archivio ottico, oppure presso gli sportelli del Registro delle Imprese della sede di Forlì e della sede distaccata di Cesena compilando apposito modello di richiesta.
Sul sito www.registroimprese.it i titolari/legali rappresentanti di imprese, autenticandosi con la CNS (Carta Nazionale dei Servizi), possono richiedere gratuitamente copie di statuti, atti e bilanci depositati al Registro delle Imprese relativi alla propria azienda.

Diritti di Segreteria e imposta di bollo
I diritti di segreteria per le copie di atti e bilanci sono quelli previsti alla Tabella A del decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 17/07/2012.
Le copie degli atti e dei bilanci vengono rilasciati in carta semplice, salvo che non ne venga richiesta espressamente copia autenticata in bollo: in questo caso alla copia estratta va applicata la marca da bollo da Euro 16,00 ogni 100 righe ovvero ogni 4 pagine.

top

Consultazione di fascicoli cartacei

E' possibile chiedere la consultazione dei fascicoli cartacei delle imprese iscritte al Registro Ditte e al Registro delle Imprese di Forlì-Cesena nel periodo antecedente al subentro dell'obbligo dell'invio telematico delle pratiche al Registro delle Imprese (01 novembre 2003 per le società, 01 aprile 2010 per le imprese individuali).
La consultazione dei fascicoli cartacei può essere effettuata, compilando apposito modello di richiesta, solo ed esclusivamente presso la sede principale di Forlì - Corso della Repubbilca 5, dove sono conservati tutti gli archivi cartacei delle imprese.

Diritti di Segreteria
I diritti di segreteria per la consultazione del fascicolo cartaceo ammontano a Euro 15,00 comprensivi del rilascio di una copia di un atto estratto, nei limiti di 10 pagine; per ogni ulteriore pagina si applica la tariffa di Euro 0,10.

top

Strumenti telematici a disposizione delle Pubbliche Amministrazioni

Nell'ottica di una sempre maggiore interoperabilità con le altre Amministrazioni Pubbliche e i Gestori di servizi pubblici ed al fine di semplificare e ridurre gli adempimenti burocratici a carico dei cittadini e delle imprese, la Camera di Commercio rende note le misure organizzative adottate per l'efficiente, efficace e tempestiva esecuzione dei controlli che dette Amministrazioni sono tenute ad effettuare, anche a campione, e in tutti i casi in cui sorgono fondati dubbi, sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive di cui all'art. 46 del succitato decreto mediante accesso diretto e consultazione del Registro delle Imprese di cui all'art. 2188 del Codice Civile.
Si fa presente che gli accessi via internet non consentono di estrarre informazioni in materia di “antimafia” in quanto l’amministrazione certificante è la Prefettura.
Inoltre non vengono rilasciate informazioni puntuali su fallimenti e altre procedure concorsuali, mentre dal 16/04/2014 è possibile estrapolare da VerifichePA certificati di iscrizione con la dicitura ex vigenza.
Strumenti a disposizione delle Pubbliche Amministrazioni:

Portale "registroimprese.it" – sezione “Servizi riservati alla Pubblica Amministrazione”

Portale "VerifichePA"
Riservato alle Pubbliche Amministrazioni iscritte all'Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA), che consente, previa registrazione, di ottenere:
Documenti di Verifica Autocertificazione Impresa che attestino la veridicità delle dichiarazioni sostitutive presentate da imprese e persone alle Pubbliche Amministrazioni, relativamente a quanto contenuto nel Registro Imprese.
Elenchi di indirizzi PEC delle imprese che, ai sensi dell'art. 16 della Legge n. 2 del 28/01/2009, l'hanno comunicata al Registro delle Imprese.

Portale "impresainungiorno.gov.it"
Al fine di dare attuazione al Sistema pubblico di connettività (SPC), di cui all’art. 73 del Dlgs 82/2005, per le sole Amministrazioni Pubbliche attestate sulla SPC, dal sito www.impresainungiorno.gov.it è possibile interrogare gratuitamente la banca dati del Registro delle Imprese, mediante “chiamate telematiche” rispondenti alle specifiche tecniche ivi pubblicate, previa sottoscrizione di apposita convenzione con Infocamere.

top


Download


 

 
Giudica l'utilità di questa pagina cliccando sulle stelle:
Valutazione degli ultimi 12 mesi:
  Numero giudizi: 2 - Media: Molto Buono
Valutazione complessiva:
  Numero giudizi: 3 - Media: Molto Buono

icona Twitter icona Facebook icona Google Plus icona YouTube icona Slideshare

Questa pagina ti è stata utile?
stella gradimento Vota a fondo pagina stella gradimento
 
 
Logo Registro Imprese